Di Gioia dopo le dimissioni-bis dalla Giunta regionale: "Elementi caratteriali incompatibili" con Emiliano

L'esponente politico, dopo il passo indietro di due giorni fa, ha spiegato le sue ragioni nel corso di una lunga conferenza stampa in Regione: "Prendo atto che non si può lavorare così"

"Ci sono stati elementi caratteriali incompatibili nell'espletare le nostre deleghe. Chi è delegato deve svolgere il suo compito in autonomia. In alcuni casi il presidente è stato la Cassazione che modifica le strategie. Ci sono state decisioni che non ho condiviso e così si è arrivati al coronamento nefasto. Prendo atto che non si può lavorare così". A parlare è Leonardo Di Gioia, a due giorni dalle seconde dimissioni da assessore regionale pugliese all'Agricoltura.

Contrasti dal Psr all'emergenza Xylella

L'esponente politico foggiano è intervenuto, stamattina, in una lunga conferenza stampa nella sede della Regione. Di Gioia ha espresso le proprie criticità sull'organico dell'Assessorato, sui Piani di Sviluppo Rurale, sulla gestione dell'emergenza Xylella e sui rapporti con le confederazioni agricole, sottolineando che per svolgere al meglio le sue funzioni era necessaria "la legittimazione politica", la "condivisione del presidente" e la "comprensione" del mondo agricolo "in un mondo che cambia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Non paga il parcheggiatore abusivo al molo San Nicola, ragazza trova l'auto danneggiata: "Ora basta"

  • Immobili, imprese e pizzerie a Santo Spirito e Bitonto: confiscati beni a pregiudicato

Torna su
BariToday è in caricamento