Sei posti letto e laboratori di Genetica e Medicina personalizzata: l'Irccs 'de Bellis' ha un nuovo reparto di Oncologia

Questa mattina nell'istituto di Castellana l'inaugurazione alla presenza del presidente Emiliano: "Da sempre punto di riferimento per le malattie gastrointestinali"

Sei posti letto attivati e laboratori di ricerca dedicati alla Medicina Personalizzata, alla Genetica Medica e all’Immunopatologia. E' stato inaugurato questa mattina, alla presenza del presidente della Regione, Michele Emiliano, il nuovo reparto di Oncologia dell’IRCCS “Saverio de Bellis” di Castellana Grotte. 

"L'IRCCS di Castellana Grotte è la punta di diamante della medicina personalizzata"

“L’IRCCS di Castellana Grotte è un luogo storico – ha detto il Presidente Emiliano visitando la struttura ospedaliera – prima di tutto perché da sempre è punto di riferimento per le malattie legate all'apparato gastrodigerente e poi perché dal 1982, sino ad oggi naturalmente, ha avuto il riconoscimento dal Ministero di Istituto di Ricerca e cura scientifica con le numerose attività di ricerca e di studio.  Oggi stiamo inaugurando il reparto di oncologia che onestamente ci riempie di serenità perché questo è un luogo dove si guarisce dal cancro. Ricordiamoci che il cancro del colon retto è uno dei tumori più difficili da aggredire e da diagnosticare. Qui sia la diagnosi che la cura sono un’eccellenza assoluta”. Emiliano ha anche ricordato come oggi l’IRCCS di Castellana Grotte si sia anche attrezzato, con letti e degenze specifiche, per la gestione dei grandi obesi le cui malattie metaboliche spesso si associano anche alle malattie tumorali e oncologiche. “Quando sono diventato presidente – ha poi aggiunto Emiliano - tutti e due gli IRCCS pugliesi, sia l'Oncologico di Bari che questo, erano al collasso e rischiavano di chiudere. Il de Bellis addirittura stava rischiando di perdere la sua caratteristica di IRCCS. Oggi possiamo dire invece che non solo il de Bellis ha avuto la riconferma dal Ministero per il 2018, ma il suo Impact Factor (il valore che si basa sul numero delle citazioni degli articoli pubblicati su riviste nazionali ed internazionali nei cinque anni precedenti ndr) è salito a 400 per la prima volta. E per questo dobbiamo ringraziare sia il direttore generale dell’Ente Tommaso Stallone che il direttore scientifico Gianluigi Giannelli”. “In queste stanze – ha aggiunto il Presidente – si lavora per creare i protocolli di cura personalizzati per ciascun paziente. Questo lavoro si collega alla perfezione con quello che stiamo facendo in Puglia, finanziato dalla Regione, attraverso la costituzione del Tecnopolo a Lecce in collaborazione con il CNR. Sostanzialmente è quello che volevano fare nell'area dell'Expo di Milano e che non sono ancora riusciti a fare. Noi in Puglia siamo già partiti e stiamo lavorando davvero bene: l'IRCCS di Castellana Grotte è la punta di diamante della medicina personalizzata”.

Piano di riordino e potenziamento della struttura

Il direttore generale dell’IRCCS Tommaso Stallone si è soffermato sugli aspetti complessivi legati al Piano di riordino. “Il Piano di riordino della rete ospedaliera – ha detto Stallone - ci porta a completare i posti letto di questo IRCCS. Ora con i sei posti letto  di oncologia attivati, arriviamo a 89 posti letto. Il passo successivo sarà di arrivare a 124 posti letto. La prima operazione da fare è aumentare i posti letto di chirurgia che passeranno dai 35 attuali a 50 con due unità operative, una dedicata alle complessità del tubo digerente e l'altra dedicata alla patologia epato bilio pancreatica attraverso le nuove tecniche di laparoscopia avanzata”. Per il direttore scientifico dell’Ente Gianluigi Giannelli “i laboratori di medicina personalizzata si rifanno alla medicina di precisione fortemente voluta dall’ex Presidente Obama qualche anno fa, una medicina di precisione che rappresenta un diverso approccio culturale, laddove la stessa malattia e gli stessi farmaci possono avere conseguenze diverse a seconda dell’individuo che le ospita”. Infine il direttore di oncologia dell’Irccs Ivan Roberto Lolli ha ringraziato il Presidente “per aver portato a termine un percorso che ha dato al de Bellis una struttura di eccellenza di oncologia che ha il compito gradualmente di mettersi allo stesso livello delle altre eccellenze già presenti nell’IRCCS”.

Potrebbe interessarti

  • Abitano tra le vostre lenzuola, lo sapevate? Sono gli acari della polvere

  • Come pulire il vetro del forno: i consigli per eliminare lo sporco ostinato

  • Puntura di medusa: cosa fare e...cosa non fare

  • Piscine all'aperto a Bari e dintorni: quali e dove sono

I più letti della settimana

  • Moto prende fuoco dopo l'impatto con un'auto: giovane centauro muore sulla Statale 16

  • Assalto armato a furgone portavalori sull'A14, scoperto il covo della banda: refurtiva recuperata, due arresti

  • Schianto sulla ex provinciale 54 vicino al Nuovo San Paolo: auto sul guardrail, un morto

  • Morto dopo scontro auto-moto sulla statale 16, sui social il dolore per Fabio: "Eri speciale, ora sei il nostro angelo"

  • Schianto in Tangenziale, almeno un ferito: auto si ribalta, coinvolto pulmino. Traffico in tilt e rallentamenti

  • "Mio figlio pestato in spiaggia", l'appello di un papà sui social: "Chi sa qualcosa ci aiuti"

Torna su
BariToday è in caricamento