Nel Barese il primo centro pubblico di riabilitazione per i disturbi dell'equilibrio: nascerà al 'Perinei' di Altamura

Il presidio sarà ospitato nel reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale della Murgia. Ad oggi, tali disturbi colpiscono circa il 30% di persone oltre i 65 anni di età, aumentando il rischio di cadute multiple

Un presidio per diagnosticare e curare i disturbi dell'equilibrio. Nascerà all'ospedale 'Perinei' di Altamura il primo centro di riabilitazione dove sarà possibile trattare disturbi come le vertigini o la ‘dizziness’. L'avvio del progetto sanitario, unico in Italia, è stato confermato da Michele Raguso, responsabile dell’Unità operativa di Otorinolaringoiatria dell'ospedale e direttore scientifico del convegno Otomurgia, che si è tenuto nella giornata del 30 novembre.

“L’ultimo step per l’avvio del centro – spiega Raguso – che sarà ospitato nel reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale della Murgia, è l’assunzione di almeno due audioprotesisti. Abbiamo già a disposizione tutta l’attrezzatura; la sanità pubblica barese offrirà così un servizio che attualmente è esclusivo appannaggio degli studi privati”. “Ad oggi sono la terza causa più comune delle visite mediche – conclude il primario – che nel 30% dei casi colpisce persone oltre i 65 anni di età, con un accentuato rischio di cadute multiple”.

Il convegno Otomurgia, nato quattro anni fa con l'obiettivo di mettere a confronto e aggiornare medici del territorio e medici specialisti in varie branche sulle problematiche relative alla sfera dell'otorinolaringoiatria, è stato anche l'occasione per fare il punto sull’uso di sistemi robot all’avanguardia durante gli interventi chirurgici nell’area testa-collo. Come il ‘Flex Robotic System’, utilizzato per la prima volta in Italia, a partire dal 2018, dall’ospedale ‘Mons. Dimiccoli’ di Barletta, nel reparto di Otorinolaringoiatria guidato dal dott. Michele Barbara. Tra gli altri dati emersi, l'elevato numero di pazienti con tumori nell’area testa-collo operati all’ospedale Di Venere di Bari, dove se ne registra il maggior numero di casi in Puglia. A confermarlo è il direttore dell’Unità operativa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale, Domenico Petrone: “I pazienti sottoposti a laringectomia totale sono circa 50 all’anno, ma è significativo anche il numero delle laringectomie parziali, che raggiungono i 60 casi all’anno. Patologie spesso invalidanti, ma le operazioni con l’ausilio del laser permettono di non dare particolari problemi vocali ai pazienti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

Torna su
BariToday è in caricamento