Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stanze rinnovate e impianti di illuminazione a led: all'ospedale Giovanni XXIII riapre il reparto di pediatria 'Trambusti'

Conclusa la manutenzione straordinaria del reparto, punto di riferimento sul territorio per l'ematologia non oncologica, l'endocrinologia, la gastroenterologia e le patologie della nutrizione

 

Pareti rosa, come da modello unico di accoglienza nelle strutture sanitarie pugliesi, nuovi impianti di illuminazione a led, sostituzione degli infissi e di parte della pavimentazione. Il reparto di pediatria “Bruno Trambusti” dell'ospedale Giovanni XXIII di Bari, profondamente rinnovato, è tornato da oggi a ospitare i piccoli pazienti.
Sono stati necessari interventi invasivi di manutenzione straordinaria nell'ala al quarto piano dell'ospedale, poi lo stop per l'emergenza covid e dopo gli ultimi lavori, il reparto oggi è adeguato ai più moderni standard di accoglienza ospedaliera con stanze singole, tutte con bagno in camera.
    
La pediatria “Trambusti”, diretta dalla professoressa Paola Giordano, costituisce un riferimento sul territorio per l'ematologia non oncologica, l'endocrinologia, la gastroenterologia e le patologie della nutrizione. “Abbiamo completato il trasferimento dei pazienti e siamo tornati ad abitare il reparto - spiega la professoressa Giordano - Grazie alla disponibilità della direzione strategica sono stati completati tutti gli adeguamenti necessari per poter continuare ad accogliere pazienti con patologie altamente specialistiche, offrendogli le migliori cure in spazi adeguati”.  Il reparto di pediatria universitaria oltre che per l'assistenza, è anche organizzato per offrire spazi di didattica e ricerca per i giovani medici. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento