Riaprono le scuole baresi, primo giorno con il sindaco Decaro: "Studiate e divertitevi"

Visita del primo cittadino in alcuni istituti del quartiere Libertà. Il Comune pensa a una 'dote educativa' per le famiglie meno abbienti

Aule aperte, il suono delle campanelle, genitori e ragazzi insieme per una giornata speciale: dopo le vacanze estive si ritorna sui banchi anche a Bari. Il primo giorno di scuola è stato salutato anche dal sindaco Antonio Decaro che ha voluto incontrare gli studenti delle scuole d'infanzia, elementari e medie nel quartiere Libertà. La visita si è svolta negli istituti Garibaldi e Don Bosco, assieme all'assessore comunale all'Istruzione, Paola Romano: "Ai bambini che ho incontrato oggi - spiega Decaro - ho detto di studiare ma anche di divertirsi perché l’infanzia è il periodo più bello della vita. Ho voluto fare gli auguri di buon anno scolastico agli alunni degli istituti del Libertà, un quartiere a cui stiamo dedicando molta attenzione e su cui stiamo programmando una serie di investimenti che ci auguriamo possano riconsegnare a questi stessi bambini luoghi più belli dove vivere e una città da cui non scappare.

"Dai bimbi tante proposte per il futuro della città"

"Stamattina aggirandomi tra i banchi mi è tornata in mente una frase di Antoine Saint-Exupéry, 'i grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta'. Io oggi ho chiesto ai tanti bambini e ragazzi incontrati di non stancarsi di spiegarci le cose: come vorrebbero la loro città, il loro futuro, cosa possiamo fare noi per migliorarlo. Per questo ho preso con loro l’impegno di incontrarci periodicamente, per ascoltare i bambini, ma anche i docenti e il personale scolastico che hanno un ruolo fondamentale nel processo educativo. Già oggi mi sono arrivati tante richieste e qualche proposta: una città più pulita, con meno inquinamento acustico e più spazi per passeggiare senza automobili. Richieste legittime che devono essere le priorità di un’amministrazione se vogliamo stringere un’alleanza con i cittadini del futuro”

In arrivo una 'dote educativa' per le famiglie meno abbienti

“In questi giorni tutti i bambini e i ragazzi di Bari tornano nelle nostre scuole - ha affermato l’assessora Romano -. Trascorreranno i prossimi nove mesi in luoghi sui quali stiamo investendo molto, specie sul fronte della sicurezza e dell'accessibilità. Solo qualche numero: due asili nuovi in due anni e mezzo,  50 solai ripristinati; due palestre nuove e 20 milioni di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria stanziati per le scuole cittadine. Gli edifici, però, non sono tutto, come ben sappiamo; infatti, l'asse portante delle scuole sono proprio i ragazzi con il loro talento, che maestri e insegnanti, a cui va tutta la nostra riconoscenza, coltivano ogni giorno. Sui talenti e sulle competenze vogliamo investire nel futuro con un Piano sui giovani del Comune di Bari che presenteremo nelle prossime settimane. Tra i provvedimenti programmati ci sarà una dote educativa: piccole somme, destinate a sostenere le esigenze delle famiglie meno abbienti, per l'acquisto di attrezzature destinate alla crescita e alla formazione dei ragazzi. Un computer, un violino, libri di testo, una stampante 3D; piccole cose che però possono cambiare il destino dei nostri figli, aiutandoli a coltivare le loro inclinazioni”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Scuola

    Anno scolastico 2017-2018: tutti i ponti e le festività

  • Scuola

    Lingua cinese e aule all’avanguardia. Le dieci scuole superiori più innovative

  • Scuola

    Calendario scolastico 2017-2018: date inizio, fine e vacanze regione per regione

  • Scuola

    Risparmiare al supermercato: i trucchi per una spesa intelligente

I più letti della settimana

Torna su
BariToday è in caricamento