"I nostri figli al freddo al Cirillo", alunni in classe con il giubbotto. Lacoppola: "Impianto a regime da lunedì"

La protesta di alcuni genitori, che ieri non hanno fatto entrare i figli al liceo scientifico. Il consigliere metropolitano: "Problema elettrico a una delle due caldaie; riscaldamento acceso un'ora in più dopo le vacanze"

In classe con giubbotti e persino borse dell'acqua sulle gambe per tentare di combattere il freddo. La foto, scattata nella mattinata in una delle classi del liceo scientifico del Convitto Cirillo, mostra che ancora non sono risolte del tutto le problematiche per il riscaldamento nell'antica struttura in via Domenico Cirillo, a pochi giorni dal sopralluogo del consigliere metropolitano Lacoppola. A denunciare la situazione sono un gruppo di genitori, i cui figli frequentano una delle seconde classi del liceo scientifico del Convitto, che nello stesso edificio ospita plessi di scuola primaria, media e il liceo classico, scientifico e musicale.

La protesta

Una situazione che non connota tutte le classi, ma solo alcune in cui i termosifoni non sono pienamente funzionanti. "In classe di mia figlia - ricorda Monica Ramondini, che - la temperatura è intorno ai 15 gradi, ecco perché sono costretti a fare lezione con i giubbotti". E per evitare di mettere a rischio la salute dei figli, buona parte dei genitori  della classe non ha mandato i ragazzi a scuola nella giornata di ieri. "Erano solo in sei in classe a fare lezione, ma siccome le lezioni non erano state sospese, non potevamo accumulare altre assenze e ritardo sul programma. Ecco perché stamattina ho riportato mia figlia a scuola" ricorda Clarissa Monteleone, anche lei con una bambina 15enne, che nel Cirillo ha compiuto gran parte del suo percorso scolastico, seguendo l'esempio del fratello maggiore, ora diplomato.

Una protesta che, secondo il gruppo di genitori, si sarebbe ripetuta anche in alcune classe di seconda del liceo classico ospitato in via Cirillo. Una situazione che anche altre madri - Rosa Sabatelli, Rosanna Quitadamo e Marinella Selvaggi si sono unite al coro delle proteste - segnalano essersi ripetuta da diversi anni. "Almeno per cinque - assicura la Monteleone, che più volte ha riscontrato il problema durante il percorso scolastico della figlia - anche se il preside Franco Lorusso ci ha assicurato che sta lavorando per risolvere la situazione. Cosa che altri dirigenti scolastici in passato non hanno fatto, ecco perché siamo in questa situazione".

Lacoppola: "Impianto a regime nella giornata di lunedì"

La problematica principale con cui il dirigente si sta scontrando è l'impianto di riscaldamento vetusto, così come l'edificio che ospita la scuola, che non trattiene il caldo come per le costruzioni recenti. A confermarlo è lo stesso consigliere metropolitano delegato all'edilizia scolastica, Vito Lacoppola, che l'8 gennaio aveva effettuato un sopralluogo nel Convitto. "Già oggi siamo intervenuti per la manutenzione dell'impianto di riscaldamento, visto che c'è stata una problematica di tipo elettrico su una delle due caldaie dell'istituto - spiega a BariToday - Bisogna però tenere presente che è rimasto spento per i 15 giorni delle vacanze natalizie. Proprio per questo abbiamo anche decretato l'accensione già dalle sei del mattino in questi giorni di gelo". Per entrare pienamente a regime e ovviare al problema delle classi freddi, bisognerà attendere ancora pochi giorni. "Nella giornata di lunedì l'impianto dovrebbe funzionare al 100 per cento e ovviare alle problematiche segnalate - assicura l'assessore - Abbiamo tenuto i riscaldamenti accesi sfruttando al massimo il budget previsto dalla Città metropolitana; se avessimo sforato, rischiamo di non avere la possibilità di tenerlo acceso a marzo".

Intanto anche il preside si sta attivando per evitare che il problema delle classi fredde si ripresenti. "Abbiamo avuto notizia dai suoi collaboratori - spiega il gruppo di mamme - che ha fatto domanda per accedere ai finanziamenti del bando Fesr per ristrutturare lo stabile".

Potrebbe interessarti

  • 8 trucchi per togliere le pieghe sui vestiti senza usare il ferro da stiro

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • La Tiella di Patate Riso e Cozze

  • Bocca in fiamme per il peperoncino? I rimedi per togliere il bruciore

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • "Le urla, poi quel bimbo adagiato sugli scogli: in quel momento abbiamo pensato solo a ciò che potevamo fare"

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • Scomparso da due giorni a Modugno: 52enne ritrovato senza vita

  • Tentato omicidio Gesuito in zona Cecilia, arrestato il boss Andrea Montani: "Agì per vendicare morte del figlio"

  • Weekend del 24 e 25 agosto: tutti gli eventi a Bari e provincia

Torna su
BariToday è in caricamento