Il Barattiere: il meloncino dal sapore dolce e fresco

Il Barattiere, meloncino apprezzato dagli amanti delle insalate, degli spuntini pomeridiani e non solo... Scopri le origini dell'ortaggio pugliese

Dalla forma sferica e dalla polpa croccante è chiamato localmente "Cianciuffo, pagnottella, cocomerazzo": stiamo parlando del ''Barattiere'', il frutto estivo che si mangia solitamente crudo o ad insalata. Molti lo preferiscono in alternativa al cetriolo perchè più digeribile.

Coltivato da secoli dagli agricoltori pugliesi, il Batattiere è un frutto acerbo, ma se si lascia maturare il Barattiere diventa un melone molto profumato dalla buccia giallo tenue, quasi bianca. Il sapore è particolare: somiglia al sapore fresco del cetriolo, ma ha una nota più dolce. Il suo sapore poco marcato dona freschezza ma allo stesso tempo dolcezza al palato. E' anche poco poco calorico.

La sua origine è attribuita alla coltivazione di Leonardo Pinto, un contadino di Fasano soprannominato "barattiere" che fu il primo a coltivarlo. Da qui il nome di questo frutto ibrido che somiglia per il colore al cetriolo ma ha la forma del cocomero. La prima coltivazione di questo prodotto risalirebbe alla fine degli anni Quaranta, quando Leonardo Pinto piantò dei semi regalategli da un suo amico monaco. La facilità di coltivazione, la forma strana, il sapore rinfrescante e gradevole, sono gli elementi che probabilmente hanno poi sancito il successo di questo ortaggio. 
.
Il Barattiere si trova nei mercati della città e della provincia da giugno a ottobre. Il 'cucumarazz' diventa anche più saporito in questo periodo perché coltivato nelle immediate vicinanze del mare: si ha morbidezza e fragranza grazie al clima e all'utilizzo delle acque salmastre utilizzate per l' irrigazione dei campi. 
Piace davvero a tutti perché non ha quel retrogusto amaro tipico del cetriolo; inoltre l'elevato contenuto di acqua e i pochissimi zuccheri lo rendono altrettanto fresco e molto più digeribile.

In questi ultimi tempi il profumo e la delicatezza dell'ortaggio vengono esaltati anche grazie alla coltura biologica sempre più diffusa e praticata dagli agricoltori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • Tenta di attraversare con le sbarre in chiusura, auto resta bloccata al passaggio a livello

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

Torna su
BariToday è in caricamento