L'antica ricetta della minestra di cicerchie

Hanno un sapore simile a quello dei piselli secchi. Sul mercato non è facile trovarle. Le persone anziane però le ricordano con nostalgia e tornerebbero a gustarle volentieri

Legumi diventati quasi rari sono le cecèrchie” (cicerchie).  Un piatto che andava per la maggiore specialmente nel periodo invernale e, i baresi, come i pugliesi, lo preparavano più di una volta la settimana. Secondo il ricco e illustrato volume delle autrici, Angelina Stanziano e Laura Santoro: ''Puglia, la tradizione in cucina'', specificano che: "... fino a trenta, quarant’anni fa, erano spesso presenti sulla mensa dei contadini. Questi legumi hanno l’aspetto simile a quello delle fave disseccate, ma sono più piccole e più rotonde. Hanno un sapore simile a quello dei piselli secchi. Nei vocabolari si legge che sono legumi adatti all’alimentazione degli animali e sul mercato non si trovano più, né secchi né precotti. Le persone anziane però le ricordano con nostalgia e tornerebbero a gustarle volentieri".

Ecco l’antica ricetta.

MENÈSTE DE CECÈRCHIE

Pe preparà chèssa menèste nge volene nu quinde de cecèrchie, nu spicche d’agghie, na cepodde, na fronze de llore, trè-quatte pemedùre, ngocch’e ffogghie d’acce e u ssale quand’avaste.

Se pelìzzene e se lavene bbèlle bbèlle le cecèrchie, se mèttene a bbagne iìnd’a ll’acqua de sole (acqua tiepida) la sère prime de checcenà.
La matina dope, se scolene e se mèttene iìnd’a na cazzaròle acchemegghiàte do chevìirchie, pò se mètte iàcqua pelite se fasce cosce a ffuèche linde.

A mmènza chetture se mètte u ssale, la fogghie de llore, le pemedùre pestregghiàte, agghie, nu picche de cepodde e u u-àcce a pezzètte e pertate a chettura. 
Ce nge vole, se sciònge iàcqua calde.

Iè na menèste ca va servute calde, chenzate che iègghie d’auuì crute e acchembaggnàte cu ppane casarùle.
Ngocch’e iùne iùse a chenzà che nu picche de cepodda sfritte iìnd’o u-ègghie d’auuì.

BBuèn’appetite a cci se l’av’a mangià, lassanne u-addòre a cci non le pote assaprà.

Traduzione sintetica

MINESTRA DI CICERCHIE

Ingredienti: 200 gr. di cicerchie, uno spicco d’aglio, una cipolla, una foglia d’alloro, tre-quattro pomodori, qualche foglia di sedano, sale quanto basta.

Procedimento: 
Nettare e lavare accuratamente le cicerchie, metterle a mollo in acqua tiepida la sera prima di cucinarle.
L’indomani, scolarle e metterle in una pentola con un buon coperchio, coprirle con acqua pulita e farle cuocere a fuoco lento.
A metà cottura aggiungere il sale, l’alloro, i pomodori spezzettati, l’aglio, un po’ di cipolla e di sedano affettati e portare a cottura.
Se occorre, aggiungere acqua calda.

È una minestra che va servita calda, condita con olio d’oliva crudo e accompagnato col pane casereccio.
Alcuni usano condirla con un po’ di cipolla soffritta in olio d’oliva.

Buon appetito a chi se li mangerà, lasciando l’odore a chi non li potrà assaggiare

La grafia della ricetta scritta in barese è stata aggiornata con regole grammaticali dell’Associazione «Accademia della Lingua Barese “Alfredo Giovine”».

Bibliografia ed Emerografia: Angelina Stanziano/Laura Santoro, Libro "Puglia la tradizione in cucina", Schena Editore, Fasano (BR), 1998.

Lingua e Cucina Tipica Barese
sono materie di studio e d’insegnamento.
Impegno, coerenza, approfondimento, uniformità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gigi De Santis 
Bari Don Dialetto - Lingua - Storia - Folclore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

Torna su
BariToday è in caricamento