Laboratori e corsi su Intelligenza Artificiale e Big Data: progetto pilota tra Microsoft e Politecnico di Bari

Il programma prevede percorsi della durata di 6 mesi che si svolgeranno attraverso lezioni frontali, moduli online ed esercitazioni pratiche, perfezionando le conoscenze in ambito digitale

Il Politecnico di Bari e l’Università Federico II di Napoli sono le prime università a partecipare al progetto pilota di Microsoft e Crui - Conferenza dei Rettori delle Università Italiane – che prevede l’avvio di laboratori dedicati a Intelligenza Artificiale e Big Data, con l’obiettivo di offrire agli studenti universitari competenze digitali avanzate e prepararli ad affrontare i lavori del futuro.

Corsi di sei mesi con lezioni, moduli ed esercitazioni

Il programma prevede nuovi corsi della durata di 6 mesi che si svolgeranno attraverso lezioni frontali, moduli online ed esercitazioni pratiche. Il laboratorio, integrato all'interno delle lezioni, consentirà  agli studenti di perfezionare le proprie conoscenze e capacità in chiave digitale. A chiusura dell’esperienza, infine, i partecipanti potranno sostenere alcuni esami del percorso di certificazione
Microsoft Data Science. I corsi, a Bari, saranno coordinati dal professor Tommaso Di Noia, ordinario in Sistemi di Elaborazione dell’Informazione al Politecnico.

I lavoratori rientrano nel progetto 'Ambizione Italia', avviato da Microsoft per accelerare la trasformazione digitale nel nostro Paese, facendo leva sulle opportunità offerte dall’Intelligenza Artificiale e sulla formazione avanzata, in linea con i nuovi trend tecnologici e le richieste del mercato del lavoro, con l’obiettivo di contribuire all’occupazione e alla crescita dell’Italia. Il progetto pilota, nelle intenzioni dei promotori, sarà esteso ad altri atenei italiani. In questa prima fase l’obiettivo è di formare e certificare 100 nuovi data scientist in Italia entro l’anno accademico 2018/2019.

"Aderiamo con entusiasmo a questa iniziativa - ha affermato Eugenio Di Sciascio, Rettore del Politecnico di Bari - che riconosce le competenze dei nostri docenti e ricercatori e le capacità dei nostri giovani talenti nei temi dell’intelligenza artificiale. Oggi il mercato del lavoro è pronto ad assorbire un numero sempre crescente di giovani che abbiano gli skill necessari alla trasformazione digitale delle nostre imprese". "Siamo onorati dal fatto che il Politecnico di Bari abbia deciso di aderire a questo progetto pilota, nato dalla nostra già consolidata collaborazione con CRUI"  ha aggiunto Francesco Del Sole, Direttore Divisione Education di Microsoft Italia. È particolarmente significativo - prosegue - che sia proprio il Sud a dare il via a questa iniziativa, un segnale di forte propensione all’innovazione e della volontà di tornare a essere competitivi che sono ormai diffuse in tutto il Paese".

Potrebbe interessarti

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

  • Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Branco di lupi assalta allevamento nel Barese: "Decine di capre uccise"

Torna su
BariToday è in caricamento