← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

"C'era una volta Corso Italia"

Corso Italia · Murat

NEI PRIMI ANNI ‘60 CORSO ITALIA ERA ANCORA ATTRAVERSATA DA CARROZZE CHE FACEVANO CAPOLINEA ALLA STAZIONE CENTRALE PER RAGGIUNGERE SOPRATTUTTO LA NECROPOLI. ALL’EPOCA I CAVALLI SOSTAVANO ANCHE NEI PRESSI DELLA SCALINATA DEL SOTTOVIA, VICINO ALLA “FONTANA”, PER MANGIARE E RIPOSARSI. OVVIAMENTE SI PUO’ IMMAGINARE, COSA LASCIASSERO PER STRADA QUESTI ANIMALI, CAMMINANDO O SOSTANDO. EPPURE, PER CHI RICORDA, GLI OPERATORI ECOLOGICI ERANO MOLTISSIMI E LE STRADE OGNI GIORNO ERANO PULITE. OGGI CORSO ITALIA, SOPRATTUTTO NEL RIONE LIBERTA’, E’ UN IMMONDEZZAIO. NEI PRESSI DELLA “FONTANELLA”, CHE SOPRAVVIVE INCREDIBILMENTE ALLE INTEMPERIE DEL TEMPO, PROPRIO DI FRONTE AL PRESIDIO DEI CARABINIERI, C’E’ DA ANNI UNO DI QUESTI “IMMONDEZZAI”. E’ UNO DEI TANTI PARCHEGGI PER BICICLETTE COMUNALI, UTILIZZATO PER POCHISSIMO TEMPO, CHE HA FATTO RICCO CHI L’HA COSTRUITO, PRESSO IL QUALE NON SI VEDE UNA BICICLETTA DA ANNI. E’ IN COMPLETO ABBANDONO E DISUSO. PIU’ IN LA’, ALL’ALTEZZA DEL CIVICO 69, SI NOTA UN ALTRO “IMMONDEZZAIO”: UN PAIO DI AIUOLE “AUTO GESTITE”, CHE SE FOSSERO BELLE, MAGARI SAREBBERO DI AIUTO AL RECUPERO DELLA VIA. MA SONO VERAMENTE DI DUBBIO GUSTO. ANCH’ESSE ORMAI COSI’ DA ANNI. MA LA CILIEGINA SULLA TORTA, SONO LE AUTO PERENNEMENTE PARCHEGGIATE “TOTALMENTE” SUL MARCIAPIEDE RIVOLTO VERSO LA FERROVIA. PERENNEMENTE. SI PUO’ CAPIRE IL PARCHEGGIO NOTTURNO, PER MANCANZA DI POSTI AUTO, MA QUI SONO ANNI CHE NESSUNO PROVVEDE A RECINTARE CON BALAUSTRE I VECCHI INGRESSI. E QUINDI I SOLITI FURBI SALGONO E PARCHEGGIANO A TUTTE LE ORE. INSOMMA, “IMMONDEZZAIO” NON E’ SOLO UN LUOGO DOVE APPUNTO SI TROVA SPORCIZIA. LA VERA SPORCIZIA E’ VEDERE UNA DELLE PIU’ ANTICHE VIE DI BARI RIDOTTA COSI.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
BariToday è in caricamento