Bari-Reggina 0-1 | Comi sancisce il terzo ko di fila: è zona playout

Un gol di Comi a metà ripresa condanna il Bari alla terza sconfitta consecutiva. Adesso per i biancorossi è piena zona playout visto che i galletti sono quart'ultimi in coabitazione con il Lanciano

Terza sconfitta consecutiva, la quarta nelle ultime sei gare per un totale di due soli punti guadagnati in cinquecentoquaranta minuti: sono questi i numeri impietosi di un Bari che con la Reggina cade 0-1 al San Nicola aggravando la sua situazione di classifica. A decidere un match giocato meglio dai galletti, incapaci però di concretizzare, è Comi, abile a sfruttare a metà ripresa l'unica palla gol calabrese dell'intera gara. Con questo successo la compagine di Dionigi, quindi, supera proprio il Bari, attualmente bloccato in quart'ultima posizione a quota dodici punti assieme al Lanciano.

IL MATCH - Il Bari deve provare a interrompere l'astinenza da vittorie e l'avvio di match è incoraggiante: dopo soli novanta secondi, infatti, il rientrante Caputo apre e chiude un triangolo largo con Fedato calciando di destro dall'altezza del dischetto del rigore. La coordinazione del capitano biancorosso, però, è precaria e la sfera termina lontana dalla porta di Baiocco. La Reggina prova a pungere solo con le ripartenze ma la partita la fa il Bari e al 22' ancora Caputo si rende pericoloso: Sciaudone pesca da destra in piena area di rigore il capitano dei galletti il quale calcia di prima intenzione trovando la risposta di Baiocco che respinge con un bagher pallavolistico. Il primo squillo calabrese arriva al 29' e solo su calcio piazzato quando Ely anticipa Polenta ma spedisce il pallone oltre la traversa della porta barese. Il Bari continua a giocare meglio e al 33' Caputo è imperdonabile quando si divora la sua terza occasione del match: un rapido scambio sulla trequarti calabrese fra Fedato e Galano porta il capitano biancorosso a tu per tu con Baiocco. L'attaccante altamurano cerca il secondo palo col piatto destro ma apre troppo l'angolo e la palla termina sul fondo. La prima occasione vera per gli ospiti è un regalo del Bari: al 38' Romizi perde in modo banale la sfera a metà campo dando il la alla ripartenza calabrese. Sarno arriva al limite e cerca il sinistro a giro trovando la pronta opposizione di Lamanna che mette in corner. E' l'ultimo sussulto di un primo tempo vivacizzato solo a fiammate: al riposo è 0-0 fra Bari e Reggina. 

La ripresa parte con gli stessi ventidue del primo tempo ma dopo due minuti serve una chiusura da fuoriclasse di Claiton per evitare il vantaggio: Sarno elude la tattica del fuorigioco biancorossa e premia l'inserimento a sinistra di Di Bari il quale serve al centro Comi, tutto solo davanti a Lamanna. Prima che la sfera giunga all'attaccante calabrese, però, il difensore brasiliano sfoggia una spaccata fenomenale con la quale tocca la sfera quel tanto da mandare fuori tempo il giocatore reggino. Al 56' pezzo di bravura di Borghese: il possente difensore biancorosso, sugli sviluppi di un corner, viene pescato al limite dell'area da Ristovski, controlla di petto e lascia partire un tiro secco di destro per sua sfortuna troppo centrale con Baiocco che blocca. Il Bari cresce e al 59' viene nuovamente chiamato in causa il numeo uno calabrese il quale devia in corner una conclusione dal limite di Romizi, servito da sinistra da Caputo. Ancora una volta, come spesso accaduto nelle ultime gare, il Bari gioca meglio ma va sotto: al 71' Sarno trova un filtrante geniale per l'inserimento di Ceravolo il quale si ritrova a tu per tu con Lamanna. Il portiere comasco è bravo a salvare in uscita ma sulla respinta del numero uno dei galletti Comi arriva per primo depositando nella porta sguarnita il pallone dell'1-0 in favore della Reggina. Il Bari prova a spingere passando alle quattro punte con l'inserimento di Grandolfo ma l'ultima grossa occasione arriva all'87': Fedato duetta benissimo nello stretto con Caputo ritrovandosi poi con il pallone fra i piedi nel cuore dell'area calabrese. L'attaccante veneziano non calcia a rete ma decide di servire al centro proprio Grandolfo il quale è in ritardo nel seguire l'azione e non riesce nel tap-in dell'1-1. La Reggina tiene nelle varie mischie finali e la gara termina 1-0 in favore dei calabresi: per il Bari terza sconfitta consecutiva e quart'ultimo posto in classifica in coabitazione con il Lanciano.

LA SVOLTA DEL MATCH - Come accaduto in varie occasioni nelle ultime partite, l'incapacità biancorossa di concretizzare le occasioni create ha fornito la svolta del match. Nel primo tempo, infatti, i biancorossi, con Caputo in particolar modo, si divorano due ghiotte palle gol mentre la Reggina, praticamente mai pericolosa per settanta minuti, si porta a casa i tre punti con l'unica vera occasione del match.

TABELLINO

BARI(4-3-3) - Lamanna; Ristovski, Borghese, Claiton, Polenta; Sciaudone, Romizi(73'Grandolfo), Filkor; Galano, Caputo, Fedato. A disposizione: Pena, Ceppitelli, Altobello, Rivaldo, Defendi, Ghezzal. Allenatore: Vincenzo Torrente.

REGGINA(3-4-1-2) - Baiocco; Ely, Bergamelli, Lucioni; Melara, Hetemaj(74'Castiglia), Armellino, Di Bari; Sarno; Ceravolo(82'Fischnaller), Comi(91'Freddi). A disposizione: Facchin, Cianci, D'Alessandro, Viola. Allenatore: Davide Dionigi

Arbitro: Ostinelli di Como

Marcatori: 71'Comi(R)

Espulsi: Nessuno

Ammoniti: Armellino(R), Hetemaj(R), Filkor(B), Comi(R), Borghese(B), Melara(R), Ristovski(B), Fischnaller(R)

LE PAGELLE

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

  • ''La Uascèzze''

I più letti della settimana

  • Violento nubifragio si abbatte su Bari: grandine e forte pioggia, disagi dal centro alle periferie

  • Nubifragio nella notte in città, tromba d'aria a Torre a Mare: danni alle barche e ai locali della piazzetta

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Furti di auto nei park & ride e nei parcheggi degli ospedali: i nomi dei 6 arrestati

  • Rischio acquazzoni estivi nel Barese, la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

  • "Due minuti per un furto", presa banda di ladri d'auto: colpi nei park&ride e negli ospedali

Torna su
BariToday è in caricamento