Bari-Torino 0-0 | Un buon Bari blocca un Toro catenacciaro

Un buon Bari impone il pareggio a reti bianche ad un Torino arrivato al San Nicola soprattutto per non prenderle. Per i biancorossi, la classifica torna a muoversi dopo la sconfitta di Verona

Il rumeno Adrian Stoian, uno dei migliori nella gara odierna

Un buon Bari impone al San Nicola lo 0-0 al Torino "catenacciaro" di Giampiero Ventura dopo una gara dai due volti: divertente nel primo tempo, noiosissima nella ripresa. Un pareggio, tutto sommato giusto, che serve a muovere la classifica per i biancorossi dopo l'1-4 di Verona mentre per i granata un punto che va più che bene visto che Verona e Sassuolo vengono entrambe sconfitte.

IL MATCH - La partita a scacchi fra Torrente e Ventura comincia ben prima del fischio d'inizio visto che entrambi i tecnici sorprendono all'avvio: il Bari si schiera con un 4-3-3 atipico con Polenta a sinistra e Garofalo in mediana mentre il Torino comincia, anzichè con il canonico 4-2-4, con un 4-3-3 dove Parisi e Glik sono gli ex biancorossi in campo.

Il primo squillo arriva al 7' grazie a una grande giocata di Stoian che, su azione di corner, si libera con una finta di Iori e Parisi e poi lascia partire un cross basso sul primo palo sul quale è Bianchi in ripiegamento difensivo a sbrogliare. All'11' il Torino risponde chiamando Lamanna al grande intervento: uno schema su punizione porta Antenucci a concludere al volo ad una manciata di metri dalla porta biancorossa. Il tiro del numero sette granata, però, viene respinto in modo strepitoso da un grande intervento d'istinto dell'ex portiere del Gubbio che salva i suoi. Stoian sembra in giornata e al 22' sforna un'altra giocata da applausi: il rumeno salta secco Glik al limite e poi lascia partire un destro a giro appena dentro l'area di rigore che sfiora il palo alla sinistra di Benussi. La gara pare un botta e risposta e un minuto dopo i granata rispondono nuovamente con una trama ad alta spettacolarità: Antenucci di tacco serve Bianchi il quale, di prima intenzione, cerca la rovesciata trovando la seconda pronta risposta di Lamanna in tuffo. Nonostante le tante palle gol, la partita vive di fiammate dei singoli e per vedere l'ultimo squillo del primo tempo bisogna attendere il 45': punizione liftata di De Falco che termina di pochissimo alta sulla traversa con Benussi immobile. Un frizzante primo tempo va così in archivio con il punteggio di 0-0.

La ripresa comincia con un Bari intraprendente ma non si vede nessuna conclusione degna di nota fino al 65' quando è l'odiato ex Parisi a spaventare il Bari con una botta su punizione deviata con un tuffo in corner da Lamanna. I ritmi si abbassano e la partita diventa mortifera anche per via del Torino, assolutamente disinteressato a cercare il colpo grosso e guardingo nel preservare il pareggio. Questo, assieme ai cambi "conservativi" del tecnico granata, porta a dei noiosissimi ultimi venticinque minuti di partita nei quali non succede assolutamente nulla. Il match, quindi, termina inevitabilmente a reti bianche con un solo giallo finale: nel recupero Caputo rifila una gomitata a palla lontana a Glik cavandosela a buon mercato visto che Baracani non vede risparmiando il rosso al capitano biancorosso.

LA SVOLTA DEL MATCH - Le impostazioni tattiche guardinghe decise ad inizio gara dai due tecnici hanno portato allo 0-0 finale. Con le squadre attente più a non subire gol che a pungere, nel primo tempo le occasioni da rete su entrambi i fronti sono arrivate per via di invenzioni personali mentre nel secondo tempo, in pratica, non c'è stata alcuna occasione da rete.

DICHIARAZIONI POST-GARA - A commentare la gara dopo il triplice fischio è l'allenatore biancorosso Torrente che ai microfoni di Mediaset Premium si dice soddisfatto della gara dei suoi: "Abbiamo fatto una buona gara e abbiamo giocato con personalità. Abbiamo fatto noi la partita cercando di portare a casa i tre punti ed era importante la reazione dopo la sconfitta della scorsa settimana a Verona. E' un risultato che muove la classifica e che fa morale". Torrente poi, ad un'esplicita domanda, indica quali sono gli attuali giocatori biancorossi in grado di poter fare il salto di qualità: "Credo che sia Stoian che Forestieri siano pronti per il grande salto anche se devono offrire maggiore continuità. A loro aggiungerei anche Ceppitelli e Lamanna".

TABELLINO

BARI(4-3-3) - Lamanna; Crescenzi, Ceppitelli, Claiton, Polenta; De Falco, Bogliacino, Garofalo(84'Bellomo); Defendi(62'Forestieri), Caputo, Stoian. A disposizione: Perina, Galano, Rivaldo, Albadoro, Kutuzov. Allenatore: Vincenzo Torrente.

TORINO(4-3-3) - Benussi; Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi; Basha(54'D'Ambrosio), Iori, Vives; Stevanovic(74'Sgrigna), Bianchi(87'Meggiorini), Antenucci. A disposizione: Morello, Pratali, De Feudis, Pasquato.  Allenatore: Giampiero Ventura.

Arbitro: Baracani di Firenze

Reti: Nessuna

Espulsi: Nessuno

Ammoniti: Darmian(T), Iori(T), Vives(T), Benussi(T)

LE PAGELLE

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    VIDEO | Al Politecnico la monoposto progettata dagli studenti: "Sarà in pista per i campionati di Formula Sae"

  • Cronaca

    Calci e pugni al medico, aggressione in ospedale: arrestato 44enne

  • Attualità

    A Brindisi la marcia in ricordo delle vittime innocenti delle mafie: anche il Comune di Bari alla manifestazione di Libera

  • Cronaca

    "Nuove strisce blu prima di nuovamente rifare l'asfalto", i residenti dell'Umbertino chiedono chiarimenti

I più letti della settimana

  • Chicco è tornato a casa: ritrovato il cagnolino rubato insieme ad un'auto

  • Nuova ferrovia Bari-Torre a Mare, da domani e fino al 2020 i lavori in Tangenziale: deviazioni a Japigia

  • Violento scontro tra due auto a Palese: giovane ricoverato in codice rosso, ferite altre due persone

  • Violenta rissa per strada armati di ascia e pistola: arrestati sei giovani a Rutigliano

  • L'Università di Bari al top in Italia: giudizio positivo dall'Anvur, "stesso voto della Bocconi"

  • Rutigliano, scoppia rissa in strada: giovane ferito

Torna su
BariToday è in caricamento