As Bari, Garzelli si congeda: "Tre anni difficili, ma abbiamo messo in sicurezza il club"

L'ex dg biancorosso lascia: "Avevo deciso da tempo di non proseguire questa esperienza lavorativa"

"La mia missione era mettere in sicurezza il club ristrutturandolo sul piano economico. Avendo raggiunto l'obiettivo e avendo iscritto la squadra al prossimo campionato di B considero terminata la mia esperienza nel Bari". Si è congedato così Claudio Garzelli, ex dg del club pugliese, salutando la proprietà nelle persone dei fratelli Matarrese (Michele, Vincenzo e Antonio).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dirigente serio e misurato, lascia il Bari dopo aver ricoperto nelle ultime tre stagioni varie posizioni dirigenziali, da amministratore delegato a direttore generale. "Abbiamo affrontato tre anni difficili nei quali - spiega Garzelli - abbiamo tenuto in piedi la società creando le condizioni per un rilancio con il possibile ingresso di nuovi soci o di una nuova proprietà. Il nostro lavoro ha ricevuto riconoscimenti. L'ultimo è del direttore generale della Lega calcio di Serie A, Marco Brunelli: si è complimentato per come abbiamo superato problemi economici e la querelle del calcioscommesse". "Avevo deciso da tempo di non proseguire questa esperienza lavorativa - conclude Garzelli - ma per non turbare l'ambiente non avevo mai fatto cenno in dichiarazioni pubbliche. La società non ha una cultura del lavoro collegiale, e questo elemento per me era più di una aspirazione". "In molti frangenti sono stato solo nel decidere, anche per non influire sui miei collaboratori. I tifosi? Mi hanno criticato, ma quando ho spiegato la necessità di vendere a gennaio per far quadrare i conti avevo cognizione della nostra situazione e così è arrivata una nuova penalizzazione. Il futuro? Ho altri incarichi nel calcio e mi dedicherò con maggiore intensità a questi". (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

Torna su
BariToday è in caricamento