Bari: dopo la retrocessione, parte la crociata dei tifosi su giornali e radio

Rappresentanti del tifo organizzato biancorosso protestano contro la gestione Matarrese e provano attraverso giornali e radio ad attirare l'attenzione di imprenditori locali e nazionali

Da tre giorni il Bari è matematicamente in serie B. Sebbene la retrocessione in cadetteria fosse ormai scritta da diverse settimane, i tifosi biancorossi non ci stanno e fanno sentire mai come fatto sinora il proprio disappunto: alcuni rappresentanti del tifo organizzato barese, infatti, hanno iniziato una vera e propria crociata contro la gestione Matarrese, utilizzando come veicoli di trasmissione giornali e radio.

Stanchi di vivere una continua altalena fatta di stagioni in serie A (poche) e B (la maggior parte), i supporters biancorossi hanno iniziato una vera e propria campagna mediatica già la settimana scorsa, prima della gara di sabato con la Sampdoria. I primi a muoversi sono stati gli utenti del sito pianetabiancorosso.it i quali hanno acquistato uno spazio pubblicitario su Il Sole 24 Ore al fine di attirare l'attenzione di imprenditori locali e non. Giovedì, a pagina 24 del noto quotidiano economico, infatti, campeggiava un riquadro che invitava qualche imprenditore a investire nel Bari Calcio. Il tutto spesato dagli utenti del suddetto sito con un esborso complessivo di poco più di 2000 euro.

Ma non è tutto perchè da ieri anche la radio accoglie la sete di rivendicazione dei tifosi baresi: Nicola Lucarelli, ideatore e gestore del sito orgogliobarese.it, sarà oggi ospite dell'emittente radiofonica romana Radio Manà Manà dopo che ieri lo stesso era intervenuto sul network radiofonico Radio Sportiva. Così come fatto dal gruppo di pianetabiancorosso.it, anche Lucarelli spingerà affinché qualcuno prenda in mano le redini di un Bari stanco della gestione Matarrese, così come esposto dallo stesso Lucarelli ieri: "Lancio un appello a nome di tutti i tifosi del Bari, stanchi della gestione Matarrese - ha detto Lucarelli su Radio Sportiva -. Sabato anche la matematica ha sancito l'ennesima retrocessione del Bari. I tifosi sono stanchi di subire umiliazioni che non meritano. Bari ha delle enormi potenzialità, potenzialità inferiori solo a Roma e Milano. La nostra città e la provincia contano su un bacino d'utenza di oltre 1milione di persone. Una società riorganizzata in toto, dal settore giovanile al marketing, farebbe esplodere la passione dei tifosi. Perciò mi rivolgo a tutti gli imprenditori nazionali e non: comprate il Bari!". Chissà che a Matarrese non inizino a fischiare le orecchie...

Potrebbe interessarti

  • Abitano tra le vostre lenzuola, lo sapevate? Sono gli acari della polvere

  • Estate 2019 tra cibo e cultura: sagre, festival e manifestazioni di Bari e provincia

  • Come pulire il vetro del forno: i consigli per eliminare lo sporco ostinato

  • Puntura di medusa: cosa fare e...cosa non fare

I più letti della settimana

  • Moto prende fuoco dopo l'impatto con un'auto: giovane centauro muore sulla Statale 16

  • Assalto armato a furgone portavalori sull'A14, scoperto il covo della banda: refurtiva recuperata, due arresti

  • Schianto sulla ex provinciale 54 vicino al Nuovo San Paolo: auto sul guardrail, un morto

  • Morto dopo scontro auto-moto sulla statale 16, sui social il dolore per Fabio: "Eri speciale, ora sei il nostro angelo"

  • Schianto in Tangenziale, almeno un ferito: auto si ribalta, coinvolto pulmino. Traffico in tilt e rallentamenti

  • Giornata da incubo sulla statale 16: auto fuori strada in direzione nord

Torna su
BariToday è in caricamento