Bari-Catania 1-1 | Gazzi non basta: la Serie B si avvicina

A sei giornate dalla fine i pugliesi sembrano ormai spacciati. Al gol del centrocampista barese, risponde Maxi Lopez con la complicità di Masiello. Annullato gol a Rivas nel finale di gara

Il Bari, nonostante la situazione quasi compromessa in classifica, continua a lottare con encomiabile correttezza e professionalità in tutte le partite, come dimostrano il pari di San Siro contro il Milan e la vittoria di Parma di sette giorni fa. Un'eventuale vittoria lascerebbe accesa una residua fiammella di speranza per la salvezza, mentre una sconfitta sancirebbe forse il definitivo arrivederci alla serie A da parte della squadra di Bortolo Mutti.

Primo Tempo - Mutti conferma la formazione vittoriosa a Parma, con l'unica eccezione dell'ingresso di Alvarez. Simeone invece è privo dei centrali titolari Silvestre e Spolli. Molto attivo Rudolf in queste prime fasi: l'ungherese va via bene sulla destra, trascinandosi però il pallone sul fondo. La partita è vivace ma ricca di errori. Carboni ci prova da fuori ma Gillet è attento. Dall'altra parte la velocità di Alvarez crea grattacapi ai ragazzi di Simeone. Non si vede granchè in questo avvio di gara, con le due squadre probabilmente condizionate dal primo vero caldo dell'anno. Prima bella azione del Catania al 23': Bergessio trova Lodi, che cerca Ricchiuti, tutto solo davanti a Gillet. Il portiere belga va in anticipo. Al 32' Bari avanti: angolo di Rudolf, dormita di Carboni e Gazzi ne approfitta e sblocca il risultato. E' il preludio al gol etneo poco prima dell'intervallo, con Maxi Lopez che ringrazia una deviazione di Masiello e supera Gillet. Finisce così il primo tempo del San Nicola.

Secondo Tempo - Il Catania riparte con una variazione: Schelotto rileva Lodi, con i siciliani che si schierano così con il 4-2-3-1. Nel Bari, invece, solita grinta con Rudolf che al 5' minuto colpisce un legno: padroni di casa sfrotunati. All'11, insidioso cross rasoterra di Marchese, uno dei migliori tra gli ospiti. Ricchiuti non ci arriva per poco. La gara non fa vedere così di livello, ma l'impegno dei giocatori c'è. Secondo cambio per Simeone, che prova a infondere maggior freschezza alla sua trequarti con ''El Papu'' Gomez al posto di Ricchiuti. Al 19', Huseklepp penetra bene nell'area catanese, non riuscendo però a trovare il tempo per la battuta. Andujar esce e blocca. Al 27', parata di Gillet su Maxi Lopez, che aveva battuto tutto solo da pochi passi. L'argentino si era liberato in modo molto dubbio della marcatura di Rossi. Doppio cambio di Mutti, che le tenta tutte per vincere affidandosi alle geometrie di Donati in mezzo e all'estro di Ghezzal in avanti. Il pari serve poco al Bari. Soffre in difesa la squadra pugliese, ma Bergessio la grazia mettendo incredibilmente fuori col sinistro a tu per tu con Gillet. Alza il baricentro con generosità il Bari. Stavolta ci prova Bentivoglio di testa, non trovando la porta avversaria. I pugliesi stavolta vanno in gol, ma Valeri annulla. Prima del colpo vincente di Rivas, c'era stato un fallo di Ghezzal su Andujar. Non c'è più tempo però.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Autovelox a Santa Caterina", la voce corre su social e smartphone. La Polstrada: "Nessuna comunicazione ricevuta"

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • A folle velocità sulla statale con il lampeggiante acceso sull'auto: 55enne barese fermato nel Brindisino

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

Torna su
BariToday è in caricamento