Emiliano sul "caso" Bari-Sion: "Denuncerò la Blick per diffamazione"

E' diventato un caso diplomatico l'articolo pubblicato sulla testata svizzera Blick relativo alla gara fra Bari e Sion. Dopo l'accostamento della nostra città alla mafia, il sindaco Emiliano è pronto a querelare giornale e articolista

E' diventato un vero e proprio caso diplomatico il pezzo pubblicato lo scorso weekend sulla testata svizzera Blick: la versione online del giornale elvetico, infatti, aveva pubblicato domenica, in seguito all'amichevole disputata sabato fra Bari e Sion, un articolo nel quale la nostra città veniva palesemente accostata alla mafia.

Il sindaco di Bari Michele Emiliano, infatti, ha dichiarato a chiare lettere, tramite un post sulla sua pagina Facebook, che difenderà la nostra città procedendo con provvedimenti legali nei confronti della Blick e del giornalista autore del pezzo incriminato ossia Sandro Ingruscio. Questo nel dettaglio il post di Emiliano:

"La mamma dei cretini è sempre incinta, anche in Svizzera. Convocherò in Comune il Console Svizzero per consegnargli una mia lettera di protesta da consegnare all'Ambasciatore svizzero in Italia. Domani(oggi n.d.r.) affiderò anche ai legali del Comune di Bari il compito di denunciare per diffamazione il giornalista e la testata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

  • Spaventoso incidente sul lungomare di Bari: Lancia sbanda e travolge otto auto, 4 cassonetti e un cartellone pubblicitario

  • Il Miulli eccellenza della chirurgia cardiaca: unico centro pugliese a sperimentare il 'MitraClip' per la valvola mitrale

Torna su
BariToday è in caricamento