Bari-Spezia 1-1: ancora un pari per i galletti salvati da Brienza

Biancorossi fermati in casa dalla formazione di Gallo. Liguri in vantaggio al 10' con Forte, nella ripresa tocca ancora una volta a Ciccio Brienza riequilibrare il risultato

Altro pareggio casalingo per il Bari, fermato sull'1-1 dallo Spezia nel recupero della 7a giornata di ritorno di Serie B. Un risultato che non soddisfa i biancorossi ma che in un certo senso deve essere accolto con sollievo: la squadra di Grosso, infatti, ancora una volta era passata in svantaggio nelle fasi iniziali del match dopo il goal di Forte.

A riequilibrare il punteggio il provvidenziale Ciccio Brienza, subentrato nella ripresa e subito decisivo. Qualche fischio per i biancorossi che ultimamente non riescono a sfruttare al meglio il fattore campo. Con questo punto il Bari resta al sesto posto in classifica con ancora una gara da recuperare (con l'Avellino il 2 aprile ndr) a -4 dal terzo posto. 

La partita

Come previsto diversi cambi nella formazione titolare schierata da Grosso in cui va segnalato l'esordio assoluto dello sloveno Balkovec, tra gli ospiti invece non c'è Gilardino. Al 3' Improta arriva sul fondo e crossa col sinistro, Nené colpisce di testa ma manda alto il pallone. 8' Sabelli lavora un buon pallone per Nené che entra in area lanciato ma viene chiuso in corner. L'avvio per i biancorossi sembra buono ma al 10' passa lo Spezia: Mastinu scappa sull'out sinistro e crossa alla perfezione per l'incornata di Forte, bravo a sorprendere Diakité e Marrone e a battere Micai. Dopo essere passato in svantaggio il Bari prova a reagire in maniera abbastanza confusa, subendo non di rado le pericolose ripartenze dei liguri. Al 27' spunto di Improta che parte da sinistra, converge verso la lunetta e calcia col destro costringendo Di Gennaro a rifugiarsi in corner. Insistono i padroni di casa con una conclusione dalla distanza di Nené controllata agilmente dal portiere spezzino. Da lontano anche il tentativo di Mastinu al 38' bloccato in due tempi da Micai. Altra opportunità per i pugliesi al 41' con un calcio di punizione di Galano che termina alto di un soffio. 

La ripresa ha inizio senza cambi e vede il Bari gettarsi immediatamente in avanti alla ricerca del pareggio. Nonostante l'alta pressione la manovra biancorossa continua a non trovare sbocchi e dopo una decina di minuti Grosso decide di mandare in campo Brienza per Busellato. Appena entrato il numero 10 inventa subito per Nené che però non riesce ad approfittarne controllando male. Dall'altra parte risponde lo Spezia con un traversone di De Col smanacciato in corner da Micai. Lo stesso De Col al 62' serve a Granoche il pallone del potenziale 0-2, l'attaccante uruguagio però non riesce a inquadrare la porta. A 20' dalla fine Grosso aumenta ancora il peso offensivo inserendo Kozak per uno spento Galano. Al 71' ecco il pareggio del Bari: cross di Balkovec dalla bandierina, Brienza è appostato sul secondo palo e colpisce a volo con il sinistro senza lasciare scampo a Di Gennaro. All'85' i galletti sfiorano persino il raddoppio: cross teso e ben indirizzato di Balkovec per la testa di Kozak, pallone fuori bersaglio di poco. Stessa sorte ma a parti invertite per il colpo di testa di Marilungo che da due passi non inquadra lo specchio sull'ottimo invito di Augello. Nel recupero occasionissima per il Bari: Brienza scodella in area un pallone per Kozak e Nené ma l'anticipo di Terzi è fondamentale. 

Il tabellino di Bari-Spezia 1-1

BARI (4-3-3) - Micai; Sabelli, Diakitè, Marrone, Balkovec; Busellato (57' Brienza), Basha, Henderson; Galano (70' Kozak), Nené, Improta (88' Cissé). A disp.: De Lucia, Conti, Cassani, Empereur, D’Elia, Anderson, Tello, Petriccione, Iocolano. All.: Grosso.

SPEZIA (4-3-1-2) - Di Gennaro; De Col, Capelli, Giani, Augello; Pessina, Juande, Mora (68' Lopez); Mastinu (74' Terzi); Granoche, Forte (78' Marilungo). A disp.: Manfredini, Masi, Ceccaroni, De Francesco, Maggiore, Bolzoni, Ammari, Gilardino. All.: Gallo.

Arbitro: Forneau di Roma
Marcatori: 10' Forte (S), 71' Brienza (B)
Ammoniti: Forte, Mora (S)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • squadra e pubblico largamente sopravvalutati! la squadra ( per i calciatori che ha in rosa...) dovrebbe essere prima e arranca nelle zone ultime del play off ed il pubblico va allo stadio se la squadra vince e da spettacolo altrimenti fischia e minaccia ( anche fisicamente e verbalmente ) i calciatori...altrimenti se la squadra non rende il pubblico si defila e critica dai social.

  • Dovrà pur finire questa agonìa e Giancaspro dovrà decidere se preferisce Grosso e Sogliano ai tifosi ed alla città.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Clan e affiliazioni, oltre 100 arresti a Bari e in provincia: "Le famiglie dialogano con camorra e 'ndrangheta per lo spaccio"

  • Cronaca

    Riqualiicazione e manutenzione delle scuole cittadine: al via gli interventi in numerosi istituti

  • Attualità

    Centomila spettatori in due giorni, Vasco Rossi ringrazia Bari e la Puglia: "Straordinari e speciali"

  • Cultura

    Parte la nuova stagione del Teatro Pubblico Pugliese: "Danza e spettacoli in tre diversi contenitori culturali"

I più letti della settimana

  • Auto si schianta contro guardrail sulla Tangenziale: muore conducente

  • Infiltrazioni della malavita in imprese a Bari e in provincia: maxiblitz contro Mercante, Diomede e Capriati, 104 arresti

  • Tirocini di sei mesi per i giovani baresi: aperto il bando Ba29, domande fino al 31 luglio

  • Colpita da infezione Seu, morta la bimba di 13 mesi ricoverata al 'Giovanni XXIII'

  • Relax a mare pre concerto per Vasco Rossi: "Ecco le gradazioni di azzurro del mare della Puglia"

  • Auto si ribalta sulla provinciale tra Sannicandro e Adelfia, muore 45enne

Torna su
BariToday è in caricamento