Bari, squadra e staff tecnico in pellegrinaggio a Mostar e Medjugorje

Ieri la firma dell'accordo preliminare per la cessione di metà delle quote del club, oggi la visita nei luoghi di culto e Bosnia, definita da Paparesta "un momento di unione e riflession"

foto fcbari1908

Sono giorni frenetici quelli vissuti dalla FC Bari: ieri pomeriggio è arrivata la notizia dell'accordo imminente tra il presidente Gianluca Paparesta e l'imprenditore malese Dato' Noordin per la cessione del 50% delle quote del club. Questa mattina, invece, c'è stata la partenza della squadra e dell'intero staff tecnico alla volta della Bosnia.

Camplone e i suoi, con un volo organizzato dal partner commerciale dei galletti Balkan Express, sono volati a Mostar per visitare la cittadina bosniaca e poi recarsi in pellegrinaggio al Santuario di Medjugorje.

Con il campionato che volge al termine e i play-off che si avvicinano sempre più qualcuno potrebbe pensare che il viaggio in Bosnia dei pugliesi abbia come obiettivo un 'aiuto divino'. In realtà, il presidente Paparesta, intercettato dai microfoni di Radio Selene poco prima della partenza dall'Aeroporto di Bari-Palese ha dichiarato: "Si tratta di un momento di unione spirituale. Tutti quanti hanno aderito entusiasticamente a questa iniziativa. Passeremo qualche ora diversa tutti insieme  e ne approfitteremo per riflettere e ricaricarci in vista di un finale di campionato complicato".

Potrebbe interessarti