mercoledì, 16 aprile 11℃

Calciomercato Bari: Piscitella no (per ora), Viviani forse

Il ds del Bari Guido Angelozzi è al lavoro per allestire una squadra competitiva da affidare a mister Torrente. Il filo diretto con la Roma è importante: chiesti Piscitella e Viviani. Difficile il primo, più fattibile il secondo

Francesco Maisano18 giugno 2012

Continuano i lavori in casa Bari in vista della prossima stagione. Dopo aver risolto il nodo relativo all'allenatore con la conferma di Torrente, può decollare il capitolo calciomercato. Come detto più volte in passato, la situazione economica del club biancorosso, tutt'altro che florida, costringerà i dirigenti baresi ad affidarsi a operazioni 'low cost' e prestiti, magari provenienti da società di livello con le quali si è già allacciato un buon filo diretto.

Fra queste c'è sicuramente la Roma: le operazioni recenti relative alla 'valorizzazione' di giovani come Crescenzi e Stoian, infatti, hanno saldato definitivamente un rapporto destinato a continuare. E' per questo motivo che il direttore sportivo Guido Angelozzi ha già bussato alla porta della società capitolina per cercare di accaparrarsi prima possibile qualche nuovo gioiellino plasmato dal solido vivaio giallorosso. E due identikit sono già stati individuati: si tratterebbe di Giammario Piscitella e Federico Viviani. Il primo è un classe 1993 esterno offensivo mancino che si adatta anche a destra. Autore di otto gol nel campionato primavera, Piscitella ha anche debuttato in prima squadra con Luis Enrique collezionando due presenze in serie A. Viviani, invece, è un centrocampista centrale di vent'anni dalle grandissime doti tecniche. Nove gol nel campionato primavera, Viviani è stato spesso utilizzato in prima squadra da Luis Enrique visto che il giovane centrale nativo di Lecco ha giocato sia in campionato(6 presenze) che in Europa League(2 apparizioni).

Due giovani interessantissimi, quindi, che, però, vivono situazioni diverse: per quanto riguarda Piscitella, infatti, pare impossibile una sua partenza prima del ritiro estivo mentre più fattibile è la cessione di Viviani. L'esterno offensivo incarna a pieno la politica del neotecnico giallorosso Zeman: adattabilità massima al tridente e valorizzazione dei giovani come fatto nell'ultima stagione a Pescara con i vari Insigne, Immobile e Caprari. A tal proposito, esplicativa è una dichiarazione del procuratore di Piscitella rilasciata un paio di settimane fa a una testata romana: "Giammario al Bari? E' vero che conosco bene Angelozzi - ha dichiarato l'agente Giovanni Ferro - ma non ci sono stati contatti con la società biancorossa. Piscitella ha tutte le caratteristiche per far parte del tridente di Zeman e almeno fino al ritiro resterà con la Roma". Inoltre, particolare non da poco è che, in caso di cessione del talentuoso esterno classe '93, in pole ci sia nettamente il Crotone: i calabresi, infatti, possono giocarsi la carta Florenzi, altro talento del vivaio giallorosso esploso in Calabria nella scorsa stagione. I rossoblu, infatti, vantano il diritto di riscatto della metà del cartellino di Florenzi e l'accordo con il club capitolino non prevedeva controriscatto a favore dei giallorossi. Zeman vorrebbe Florenzi a Roma e per tale motivo il giocatore offerto in cambio al Crotone sarebbe proprio Piscitella.

Annuncio promozionale

Più fattibile il discorso relativo a Viviani: in mezzo al campo, infatti, i giallorossi devono sfoltire visto che il reparto è affollatissimo per via della presenza in rosa di De Rossi, Pjanic, Greco, Perrotta, Simplicio e Marquinho, a cui si aggiungono Bertolacci e Pizarro di ritorno dai prestiti. Per questo, trovare spazio per Viviani in giallorosso sembra utopia e la sua cessione, in prestito, pare molto probabile. Su di lui, però, oltre al Bari ci sono anche il Verona e lo stesso Crotone.

Guido Angelozzi

Commenti