Calcioscommesse: il Bari denuncia per truffa "le menti" delle combine

La decisione annunciata oggi pomeriggio in conferenza stampa. La società ha presentato denuncia per truffa contro i presunti responsabili dell'organizzazione che avrebbe falsato i risultati delle partite

"Questa mattina, con l'assistenza degli avvocati Aurelio e Vittorio Gironda, abbiamo depositato presso il Tribunale di Bari una denuncia per truffa ai danni del Bari, contro i presunti responsabili dell'organizzazione che, dalle notizie diffuse dagli organi di informazione, avrebbe falsato alcune gare del campionato scorso": il direttore generale del club pugliese Claudio Garzelli nella conferenza stampa al San Nicola nel corso della quale è stato presentato il nuovo amministratore unico Franco Vinella, ha comunicato la nuova presa di posizione della società riguardo alle inchieste in corso per il calcioscommesse.

"Attraverso gli stessi avvocati - ha aggiunto Garzelli - ci siamo costituiti come parte offesa in caso di procedimento a carico dei tesserati che risultassero implicati nelle inchieste". Infine sulla querelle degli stipendi che il club dovrebbe pagare ai tesserati nei prossimi giorni, Garzelli ha precisato: "Stiamo lavorando per risolvere il problema. Il collegio arbitrale non ha accettato la nostra richiesta e così pagheremo anche gli amolumenti ai nostri ex tesserati Bentivoglio, Parisi e Adrea Masiello". L'ultima considerazione del direttore generale è stata riservata agli obiettivi del club: "Scendiamo sempre in campo per vincere. Puntiamo a risanare la società e iscriverci al prossimo campionato. Adesso guardo il futuro con maggiore fiducia rispetto al recente passato".


(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggualto a colpi di pistola tra i vicoli di Triggiano: pregiudicato 36enne ferito

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • "Dove si colloca l'Iran nel globo?" E gli americani indicano la Puglia: i risultati (tutti da ridere) del sondaggio

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Chiude un altro negozio storico in città: addio a Ventrelli, al suo posto nascerà un casinò

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

Torna su
BariToday è in caricamento