sabato, 19 aprile 10℃

Calcioscommesse: per il Bari c'è la responsabilità oggettiva

La Procura Federale della Figc ha esplicato i deferimenti relativi alla vicenda 'Calcioscommesse': per il Bari responsabilità oggettiva e rischio di penalizzazione che va dai -6 ai -9. Deferito anche Angelozzi

Francesco Maisano26 luglio 2012

Dopo un lavoro durato mesi e dopo numerosissime audizioni in tribunale, il Procuratore Federale della Figc Stefano Palazzi ha emesso i deferimenti in merito alla nota inchiesta sul calcioscommesse. Sommando i filoni relativi alle procure di Cremona e Bari risultano ben 13 le società e 44 i tesserati deferiti alla Commissione Disciplinare. Fra i club, pesantissime le situazioni di Lecce e Grosseto, accusate di responsabilità diretta, mentre Ancona, Siena, Novara, Torino, Varese, Albinoleffe, Bari, Udinese, Portogruaro, Sampdoria e Bologna sono state deferite per responsabilità oggettiva.

Per il Bari, quindi, si preannuncia una penalizzazione da scontare nel prossimo campionato che potrebbe oscillare fra i sei e i nove punti visto che il reato di responsabilità oggettiva è imputato al club di via Torrebella per ben sei gare(Udinese Bari 09\05\10, Cesena-Bari 17\04\11, Bari-Sampdoria 23\04\2011, Palermo-Bari 07\05\2011, Bari-Lecce 15\05\11 e Bologna-Bari 22\05\2011). Un fardello non semplice da ammortizzare considerando che i biancorossi avranno ulteriori due(o tre) punti sottratti per via delle inadempienze Irpef.

Annuncio promozionale

Fra i tesserati, inoltre, da segnalare i deferimenti del direttore sportivo Guido Angelozzi e dell'ex tecnico dei galletti Bortolo Mutti: per entrambi, infatti, l'accusa è quella di 'Omessa denuncia' relativamente al tentativo di combine del match Cesena-Bari del 17 aprile 2011.

Guido Angelozzi
inchiesta calcioscommesse

Commenti