Coppa Italia, Bari-Spezia 1-0: decide una rete sul gong di Masiello

Il Bari supera a fatica lo Spezia di misura e accede al terzo turno di coppa Italia. Per i biancorossi, una gara giocata sottotono e decisa nei minuti di recupero della ripresa da Salvatore Masiello

Vince ma non convince: è questo il sunto della prestazione di ieri di coppa Italia del Bari che ha battuto nel secondo turno della manifestazione nazionale lo Spezia per 1-0. Gli uomini di Torrente hanno espresso un gioco spezzettato e poco fluido venendo, a tratti, anche surclassati dalla freschezza dei liguri, al loro secondo impegno stagionale. A tenere a galla i galletti, un Lamanna in versione Superman e il gol nel recupero di Salvatore Masiello, decisivo dopo quasi un anno di assenza in gare ufficiali.

IL MATCH - La gara parte subito con lo Spezia che, a sorpresa, si rende pericoloso dalle parti del portiere barese Lamanna: dopo soli nove minuti, infatti, è Iunco a provarci con una conclusione che termina di poco al lato, stessa sorte toccata alla conclusione di Murolo di qualche minuto più tardi. La partita è piuttosto noiosa e per vedere uno spunto biancorosso bisogna attendere il 35' quando è Marotta a provarci con un'azione personale conclusasi con un tiro impreciso. E' l'ultimo sussulto di un primo tempo piuttosto scarno di occasioni e giocato a ritmo blando. La ripresa comincia sulla stessa falsa riga della prima frazione ed è lo Spezia a tenere il pallino della manovra a centrocampo. E' ancora l'ex veronese Iunco a rendersi pericoloso ad inizio tempo con un colpo di testa che sfiora la traversa. Donati prova a rendersi pericoloso qualche giro di lancetta dopo ma la sua conclusione dalla distanza è respinta in tuffo dal portiere ligure Russo. Il Bari soffre e nel finale viene salvato due volte da Lamanna: l'ex numero 1 del Gubbio è bravissimo prima su una conclusione dell'ex Carobbio sventando in corner (74'), poi riuscendo ad opporsi alla botta a colpo sicuro di Ferretti, lasciato colpevolmente solo in area di rigore biancorossa (83'). La svolta, però, è dietro l'angolo: il difesore spezzino Lucioni si fa espellere all'89' e, nel terzo minuto di recupero, Masiello è più lesto di tutti a ribadire in rete una punizione di Rivaldo terminata sul palo. Per lo Spezia è troppo tardi e il Bari approda così al terzo turno.

LA SVOLTA DEL MATCH - L'espulsione di Lucioni è stata la chiara svolta della partita: in parità numerica, lo Spezia aveva imbrigliato la manovra biancorossa  senza mai soffrire. L'espulsione del difensore ligure, invece, permette al Bari di prendere campo e di attuare il forcing finale dal quale scaturisce la rete di Masiello.

DICHIARAZIONI POST-GARA: Non è contento del match dei suoi il tecnico del Bari Torrente che si esprime così al termine della gara: "Lo Spezia è una squadra forte, competitiva. E' una formazione esperta in tutti i reparti. La mia squadra, però, ha saputo soffrire ed ha ottenuto una vittoria che fa bene al morale. Le note positive sono queste. E' normale che dobbiamo lavorare ancora tanto per migliorare. Abbiamo fatto diversi errori, bisogna però avere pazienza perché il Bari è una squadra rinnovatissima. C'è da lavorare per arrivare al campionato al meglio. Dobbiamo dare più continuità alla manovra con la partecipazione di tutti, dai terzini alle mezzali. le note positive sono arrivate dalla difesa. Oggi Lamanna è stato bravissimo in due occasioni, soprattutto nell'ultima. La difesa si è comportata bene. Per quanto riguarda gli altri reparti dobbiamo migliorare". Rammaricato, invece, il tecnico dei liguri Gustinetti: "Volevamo fare la nostra partita, a viso aperto; era il nostro obiettivo e credo che ci siamo riusciti. Bene fino a che siamo stati a posto atleticamente, mantenendoci ordinati in campo; abbiamo avuto le nostre occasioni, in altre circostanze abbiamo sofferto, com'è normale. Dispiace perderla nella maniera in cui l'abbiamo persa, ma il calcio è anche questo. C'è il rammarico del calcio di punizione che ha portato al gol, credo sia stato un errore di valutazione. La prestazione della squadra la ritengo piuttosto buona, anche se i ritmi non possono essere troppo elevati in questo periodo; abbiamo cercato di rispondere colpo su colpo al Bari, a volte ci siamo riusciti, altre meno. Peccato uscire così".

TABELLINO

BARI (4-3-3): Lamanna; Crescenzi, Borghese, Dos Santos, Masiello; Bellomo (1°st Scavone), Donati, Rivaldo; Caputo (16°st Stoian), Marotta, Forestieri. A disp. Zlamal, Rivas, Sini, Ceppitelli, Defendi. All. Torrente

SPEZIA (4-2-3-1): Russo; Bianchi, Lucioni, Murolo, Pedrelli; Carobbio, Papini; Marchini (32°pt Bianco), Iunco (24°st Ferretti), Madonna; Evacuo (35°st Buzzegoli). A disp. Conti, Rivalta, Lollo, Herzan. All. Gustinetti

Marcatore: 93' Masiello

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ammoniti: Iunco, Rivaldo, Donati, Papini, Lucioni, Borghese, Pedrelli
Espulso: 89° Lucioni per doppia ammonizione
Spettatori: 4000 circa
Recupero: 2'(pt), 4'(st)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

  • L'estate non decolla su Bari e provincia: in arrivo forti raffiche di vento, nuova allerta meteo

  • La protesta dei 'gilet arancioni' in piazza Prefettura a Bari : "Il governo deve andare a casa"

Torna su
BariToday è in caricamento