Calcio, il Consiglio Figc: "Avanti Serie A, B e C, stop ai dilettanti". De Laurentiis soddisfatto

Il consiglio della Figc si è riunito per deliberare sulle sorti dei campionati di calcio italiani, interrotti per l'epidemia di coronavirus. Respinta la richiesta della Lega Pro, il Bari spera

Gabriele Gravina, presidente della Figc (© ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

Il calcio italiano, almeno quello dei professionisti, concluderà la stagione. È questa l'indicazione che emerge dopo l'attesissimo Consiglio federale della Figc, riunitosi oggi per definire le sorti dei tornei italiani dopo lo stop per l'epidemia di coronavirus. 

Al termine di un incontro a cui molti dei partecipanti hanno preso parte in videoconferenza (dal vivo presenti Gravina, Lotito e Ghirelli) il Consiglio ha approvato una delibera per la regolare prosecuzione di Serie A, B, C fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni. Il Consiglio ha inoltre stabilito che laddove le competizioni dovessero essere nuovamente sospese per il riacutizzarsi dell'emergenza sanitaria si procederà con l'individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni. In caso di definitiva interruzione si passerà alla definizione della classifica anche applicando "oggettivi coefficienti correttivi che tangano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni".

Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, quella femminile fino alla Serie B (al momento la Serie A Femminile ha ancora uno spiraglio per concludere la stagione, eventualità che verrà discussa nei prossimi giorni ) valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bari, De Laurentiis soddisfatto dopo il Consiglio federale

Dopo la conclusione del Consiglio federale è arrivata una dichiarazione di Luigi De Laurentiis, presidente della SSC Bari che da questo Consiglio attendeva notizie importanti per il suo club. Il patron dei galletti ha espresso un moderato ottimismo dopo che il Consiglio non ha accolto la proposta dell'Assemblea di Lega Pro che spingeva per la chiusura del campionato promuovendo le prime classificate dei tre gironi e una quarta squadra con il criterio del merito sportivo che avrebbe premiato il Carpi. I biancorossi, dunque, nutrono ancora speranza di potersi giocare la possibilità di essere promossi in Serie B sul campo disputando i playoff.  "La Figc - ha detto De Laurentiis -  ha espresso la volontà di riavviare e completare i campionati, è normale che ci sia soddisfazione, ma questo è solo un primo step. Bisognerà capire quali saranno i tempi e le modalità di ripresa, ma è innegabile che aprire al ritorno in campo va di concerto con la nostra volontà. Vedremo nel dettaglio i protocolli per la ripresa per poterci così preparare al meglio. Abbiamo un obiettivo da centrare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento