Dal governo ok a ripresa calcio: Serie A dal 20 giugno, per la C decisivo il Consiglio Figc

Positivo l'incontro tra il ministro dello sport Spadafora e i vertici del mondo del calcio. Si comincia con la Coppa Italia, poi Serie A e B. Per la C bisogna aspettare il 3 giugno

Vincenzo Spadafora e Gabriele Gravina (© ANSA)

Fumata bianca per la ripartenza del calcio in Italia, almeno per i professionisti. Durato una quarantina di minuti, l'incontro in conference call tra il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora e i vertici del calcio per stabilire i termini della ripartenza dei campionati ha dato esito positivo.

La data per la ripartenza della Serie A, decisa dal ministro insieme al Premier Giuseppe Conte, è stata individuata per il 20 giugno. Dalle prime indiscrezioni il 13 giugno potrebbero giocarsi le restanti partite di Coppa Italia, mentre 17 si dovrebbero tenere i recuperi di Serie A ancora da disputare.

 "Ora l'Italia sta ripartendo ed è giusto che riparta anche il calcio - ha detto il ministro -. Oggi era arrivato l'ok del CTS al protocollo Figc, che conferma l'obbligo della quarantena fiduciaria in caso di positività di un giocatore e assicura che il percorso dei tamponi dei calciatori non potrà ledere il percorso dei tamponi degli italiani".

"Se la curva dei contagi dovesse risalire e il campionato dovess essere costretto a fermarsi di nuovo - ha aggiunto Spadafora - la Figc mi ha assicurato l'esistenza un piano B, i playoff, e di un piano C, la cristallizzazione della classifica. Alla luce di tutto questo possiamo dire che il campionato riprenderà il 20 giugno. C'è poi la possibilità che il 13 e il 17 si possano disputare le semifinali e la finale di Coppa Italia".

Serie A in chiaro, Spadafora: "Contatti positivi"

Relativamente alla possibilità che le partite vengano trasmesse in chiaro, Spadafora ha parlato dell'esistenza di una possibilità: "Come sapete la Coppa Italia è trasmessa dal servizio pubblico ma sono in corso contatti con i broadcaster che detengono i diritti delle partite di campionato. Il mio auspicio è che possano arrivare segnali positivi. Le modalità sono da vedere, ma i primi contatti sono stati positivi. Vorremmo far vivere questa ripresa del campionato agli italiani con passione ed evitando gli assembramenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Serie B e Serie C: le date per la ripartenza

Per quanto riguarda la Serie B, il presidente della Lega dei cadetti Mauro Balata ha parlato della data del 26 giugno per la ripartenza del campionato. E per quanto riguarda la Serie C e il Bari? Al momento le indiscrezioni che filtrano sulla terza serie parlano dei primi di luglio per l'eventuale ripresa, resta tuttavia da decidere se completare la regular season di Lega Pro o se far disputare direttamente i playoff e i playout. Decisivo in tal senso sarà il Consiglio federale del 3 giugno ma l'ipotesi del blocco totale del campionato come richiesto da Ghirelli sembra sempre più remota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mamma e figlio rischiano di annegare per il mare agitato: militare barese si getta in acqua e li salva

  • 2000 euro a 60mila pugliesi: 'Start' dalla Regione a partite iva, lavoratori autonomi e professionisti a basso reddito

  • Lutto nel mondo dello spettacolo: addio a Teodosio Barresi, protagonista de LaCapaGira

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Sfrecciano con l'auto sulla Statale 16: nel bagagliaio un monopattino del Comune di Bari, quattro denunciati per furto

  • Quattro nuovi casi di Coronavirus in Puglia: uno è nel Barese. Nessun decesso, scende ancora il numero dei positivi

Torna su
BariToday è in caricamento