Il Bari fallisce dopo 110 anni di storia: sarà Serie D o Serie C

Il club biancorosso non ricapitalizza e manca l'iscrizione alla B. Ora si attende lo scioglimento della società e il fallimento. Il futuro è in Serie D ma potrebbe profilarsi anche l'ipotesi Serie C

Dopo settimane trascorse nell’assoluta incertezza il fallimento dell’FC Bari 1908 è diventato realtà. Alle 19 è scaduto il termine per presentare il ricorso alla Co.Vi.Soc. Il Bari non si iscriverà al prossimo campionato di Serie B.

Le speranze di salvare il club biancorosso, in realtà, erano tramontate nel primo pomeriggio dopo il ritiro dal tavolo delle trattative di Andrea Radrizzani e Ferdinando Napoli. Alla base del dietrofront del presidente del Leeds e del suo socio, l’impossibilità di condurre una due diligence ad hoc imprescindibile per accertare la reale situazione debitoria del club.

La fine di una lunga agonia

Termina così un lungo periodo di crisi economica di cui si erano avute le prime avvisaglie durante le ultime giornate di campionato, in prossimità dei playoff. Il Tribunale Federale Nazionale aveva punito i galletti con due punti di penalizzazione e l'inversione del campo col Cittadella. Eliminata dai playoff la società di Giancaspro è nuovamente andata in difficoltà nell'ottemperare gli adempimenti contributivi e fiscali dell'ultimo trimestre, trovandosi nell'impossibilità di approvare l'aumento di capitale. Da quel momento è iniziata una lunga corsa da parte delle diverse parti in causa per trovare nuovi investitori ma il tempo non è stato sufficiente. Vani i tentativi di mediazione del sindaco Antonio Decaro. Nessuno degli imprenditori accostati al Bari ha ritenuto conveniente sobbarcarsi una situazione debitoria sicuramente più ingente rispetto a quella emersa nei giorni scorsi. Il mondo delle imprese, si sa, risponde alla ragione e non al cuore.

Secondo fallimento in quattro anni

E così a città di Bari si ritrova a fare i conti con il secondo fallimento nel giro di quattro anni. Questa volta, tuttavia, l'epilogo è diverso rispetto a quanto accaduto nel 2014 quando dalle ceneri dell'AS Bari della famiglia Matarrese nacque la FC Bari 1908 presieduta da Paparestache riuscì ad iscriversi al campionato cadetto. Questa volta è diverso ed è tutto tragicamente vero: il Bari calcio sparisce dai professionisti dopo 110 anni di storia con 30 campionati in Serie A e 46 partecipazioni alla Serie B. Da parte della società di Giancaspro neanche una parola in merito a quanto accaduto nelle ultime ore, o meglio negli ultimi giorni. 

Il futuro: Serie D o Serie C?

Il futuro della squadra biancorossa ora è nelle categorie inferiori. Lo scenario più probabile è quello della Serie D, con il titolo sportivo affidato nelle mani del Comune (Ferdinando Napoli ha già dato la sua disponibilità al sindaco Antonio Decaro). Resta in piedi l’ipotesi Serie C mediante l’acquisizione del titolo del Bisceglie (pare sia già stata registrata l'A.S. Bari 2018 dal patron Canonico), un’ipotesi inevitabilmente invisa ai sostenitori della squadra nerazzurra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato a colpi di pistola tra i vicoli di Triggiano: pregiudicato 36enne ferito

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • "Dove si colloca l'Iran nel globo?" E gli americani indicano la Puglia: i risultati (tutti da ridere) del sondaggio

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

Torna su
BariToday è in caricamento