Gautieri, la fantasia al potere: "Bari piazza esigente, voglio riportare entusiasmo"

Il neo-allenatore del Bari si presenta in conferenza stampa. "Mi piacerebbero giocatori motivati e dediti alla causa biancorossa. Al momento però non si può sognare". Angelozzi da domani a Milano per il mercato

Il carattere è rimasto immutato, la capacità di lavorare duro e combattere anche. Parla poco Carmine Gautieri, ma dalla sua espressione traspare tutta la voglia di tuffarsi sin da subito nella sua seconda avventura biancorossa. Non è più il giocatore fantasioso, dal temperamento esplosivo, freccia letale a disposizione del Bari di Fascetti, allenatore con il quale ebbe più di una incomprensione. Ora è un tecnico in ascesa, capace di condurre il Lanciano alla sua prima promozione in B e riconfermando la categoria con una salvezza insperata. Con l'approdo a Bari, la sua carriera è a un bivio: allenare in una piazza giustamente esigente, alle prese con il cambio societario.

Un ambiente difficile in un momento di alta tensione (durante la conferenza non è mancato un battibecco tra alcuni tifosi e un giornalista), ma il tecnico napoletano, da gioco zemaniano e in linea con lo spirito offensivo del predecessore Torrente, non si scompone per niente: "E' anche giusto confrontarsi con una piazza delusa e complessa come Bari. Sta a noi portare il giusto entusiasmo. Sono 4 anni che alleno e attraverso l'impegno sono riuscito a ottenere gli obiettivi prefissati. Sono sinceramente emozionato - ha poi proseguito - . Ritornare a Bari dopo 20 anni, dopo che qui sono cresciuto come giocatore e uomo. Ringrazio la società per avermi scelto. In questa città ho passato 3 anni indimenticabili e stupendi. Sono molto legato e convinto che attraverso il lavoro e l'organizzazione di gioco si può fare bene".

Il 43enne napoletano verrà affiancato dal vice Cincione, dal preparatore atletico Delmorgine e dal preparatore dei portieri Righi. Gautieri ha poi parlato del suo recente passato e del prossimo futuro: "A Lanciano ho passato due anni stupendi. L'obiettivo in questo momento è cercare di ottenere il massimo. La squadra va completata e voglio giocatori determinati, dediti alla causa. C'è comunque uno zoccolo duro di giovani alle grandissime qualità. Non si può sognare al momento. Tutte le squadre sono forti e ci sono alcune come il Palermo con un organico superiore. Voglio però riportare subito entusiasmo e riempire lo stadio".

Tantissime le grane da affrontare, a cominciare proprio dalla squalifica del capitano Ciccio Caputo (3 anni e 6 mesi per il calcioscommesse), arrivata oggi: "Intendo parlare presto col giocatore" ha affermato il mister. Alla presentazione hanno preso parte l'amministratore unico Vinella e il direttore sportivo Angelozzi. Quest'ultimo ha rivendicato la scelta del tecnico: "Negli ultimi 3 anni le scelte le ho fatte io. Gautieri è stato l'unico allenatore con cui ho parlato. Ci siamo visti e discusso per una mezz'oretta, poi abbiamo trovato l'accordo". Sul mercato, ancora in alto mare per via delle incertezze sulla trattativa, il neo--tecnico non si sbilancia.

Sui casi spinosi riguardanti il difensore Boghese e la trattativa per portare a Bari il talentuoso portiere Leali, Gautieri glissa: "Martino è un ragazzo che viene in ritiro con noi e deve lavorare. Mi interessa parlare del presente. Leali, posso dire che è un ottimo portiere. Deciderà lui se venire qui. Mi auguro che la questione sia ancora aperta, dipenderà tutto dalla volontà del ragazzo". Domattina alle 10,30 il gruppo si ritroverà quindi in aeroporto per cominciare una nuova avventura, mentre la trattativa per la cessione è ancora in bilico. In questo clima incerto Angelozzi prosegue il suo lavoro e già da domani sarà a Milano, accompagnato dal segretario Doronzo, per monitorare il mercato. La squadra necessita di urgenti ritocchi per affrontare la stagione senza patemi.

Potrebbe interessarti

  • 8 trucchi per togliere le pieghe sui vestiti senza usare il ferro da stiro

  • Ferragosto 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • 5 benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • Si sente male in vacanza in Salento, ricoverata da Lecce a Bari: muore bimba di un anno

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • Picchia cliente con una spranga dopo una lite, arrestato esercente: questore chiude negozio in piazza Moro

  • Si staccano pietre da Lama Monachile e finiscono in mare, stop ai bagni accanto alla parete rocciosa

  • Ragazzo di 17 anni trovato morto in casa a Monopoli, decesso per cause naturali. Indaga la Polizia

Torna su
BariToday è in caricamento