Cornacchini non si nasconde: "Bari squadra costruita per vincere. Che bello il San Nicola!"

Il tecnico dei biancorossi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della prima partita in casa

Giovanni Cornacchini

Alla vigilia dell'incontro di Serie D tra Bari e Sancataldese, valevole per la seconda giornata del Girone I e in programma domani pomeriggio al San Nicola, il tecnico dei galletti Giovanni Cornacchini ha incontrato i giornalisti per presentare la partita contro i siciliani.

"L'impatto col San Nicola è stato stimolante - ha esordito Cornacchini -. E' la prima volta che ci alleniamo qui. Cambiano le dimensioni del campo, l'atmosfera, è tutto più bello. Ero già stato qui da calciatore, l'anno del Milan".

Squadra costruita per vincere

Il 3-0 al Messina alla prima giornata ha dato un assaggio della forza del Bari, lo stesso Cornacchini appurata la forza dei suoi non si è nascosto: "Questa squadra ha grandissima qualità, giocatori di categoria superiori con qualità incredibili. Campionato finito già a Natale? Sarà complicato, spiego ai ragazzi giorno dopo giorno che abbiamo una fortuna enorme a lavorare in questa squadra e questa città quindi non possiamo permetterci il luoss di pensare ad altro. Dobbiamo evitare le insidie, tutte le squadre verranno qui a difendersi sperando che noi gli concediamo qualcosa. Ci vorrà la concentrazione giusta ma è una squadra costruita per vincere".

Una rosa ancora da scoprire

Esordire davanti al pubblico biancorosso sarà una grande emozione e al tempo stesso una responsabilità: "Sono curioso di vedere come approcceremo alla partita in casa. Bisognerà aspettare anche i giovani senza giudicarli subito. Sono stato contento della vittoria di Messina, la mia preoccupazione è più che altro relativa a certi campi dove si gioca poco a calcio. La mia squadra è ancora tutta da scoprire. Fino ad ora non li hmai visti in difficoltà".

Tenere alta l'attenzione

Cornacchini è il primo tecnico dell'era De Laurentiis e sente la responsabilità dell'incarico che gli è stato assegnato: "Ogni volta che vengo al campo lo faccio con enorme entusiasmo. Questa, consentitemi di dirlo è una finta Serie D. So quali sono i pensieri dei calciatori, cerco di prevenire le difficoltà legate al non calarsi nella categoria. Ci sono tante difficoltà oggettive, ci saranno da fare partite sporche. Mi auguro di finire la stagione qui.

Mercoledì il Bitonto, per ora testa al campionato

Il tecnico dei galletti non si è sbilanciato sulla formazione ma ha dichiarato che non farà turnover in vista della gara di Coppa Italia contro il Bitonto in programma mercoledì: "La Coppa non influenzerà la formazione, la priorità è far bene in campionato. Avendo una rosa ampia non sono preoccupato, per ora penso solo a domenica".

Sancataldese avversario ostico

Le battute finali della conferenza hanno riguardato gli avversari di domani, i siciliani della Sancataldese, allenati da una vecchia conoscenza della Serie A come Giuseppe Mascara: "Da quello che ho visto sono una squadra rognosa. Dai filmati non si capiva molto, ma è evidente che hanno qualità nei tre davanti. E' bravo soprattutto l'esterno destro, il mancino Ficarrotta. La partita di domani bisogna affrontarla come una finale. Dobbiamo essere tosti. Ora il calcio è molto livellato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Vigilessa 'stagionale' arrestata a Bari: è stata trovata con 50 grammi di eroina

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Terremoti e rischio tsunami, nel passato maremoti tra Bari e il Gargano. "Adriatico una casa in cui spostiamo sempre i mobili"

Torna su
BariToday è in caricamento