Dalla classe arbitrale ai tifosi, De Laurentiis chiede più responsabilità: "Inaccettabili gli insulti a mister Cornacchini"

Il patron biancorosso è intervenuto in mattinata ai microfoni di un'emittente radiofonica, commentando la rocambolesca vittoria a Rieti: "Gli episodi rischiavano di condizionare pesantemente la gara"

"Gli episodi rischiavano di condizionare pesantemente la gara; penso al gol annullato ad Antenucci o al rigore che ha sbloccato la partita, episodi che determinano. Serve maggiore serietà, una classe arbitrale all’altezza; è un discorso che riguarda noi, così come tutte le altre partecipanti al torneo". Lancia una frecciatina all'arbitro del match Rieti-Bari, il presidente della Ssc Bari, Luigi De Laurentiis, intervenuto in mattinata ai microfoni di RadioBari.

Il patron dei biancorossi ha commentato così la sofferta vittoria domenicale dei galletti, dopo un primo tempo non esattamente brillante degli uomini di Cornacchini e un rigore al 92esimo che ha permesso alla squadra di ottenere i tre punti allo scadere. "Vincere all’ultimo secondo è sicuramente bello, momenti stupendi, carichi di adrenalina - ha aggiunto De Laurentiis - Una vittoria importante, non semplice, su un campo improbabile, davvero non in buone condizioni".

Le critiche dei tifosi al mister

Non sono mancate però anche le 'tirate d'orecchie' ai tifosi, colpevoli di aver mosso qualche critica alla società a mercato non ancora concluso. "È una pressione che ho percepito in prima persona, normale che l’abbia sentita e accusata anche la squadra - ha aggiunto - Non è pensabile esprimere giudizi sommari già alla prima partita. Ora nel mirino c’è il Mister, ma non posso accettare queste prese di posizioni". E lancia un appello, ora che si sta affrontando un campionato pieno di insidie: "Dateci il tempo di lavorare, il tempo di performare. Siamo alla terza partita, è folle puntare il dito ora; nell'ultimo giorno disponibile il nostro mercato ha portato in dote giocatori come Bianco e Awua ed abbiamo avuto un assaggio di quale contributo possano offrire".

"Lavoriamo per realizzare un San Nicola sempre più accogliente"

Infine nell'intervista il patron ha dato qualche ragguaglio sui lavori negli spalti del San Nicola: "Ci sono state delle problematiche relative agli accessi, ma stiamo lavorando per sanarle e per far sì che il ‘San Nicola’ sia sempre più accogliente e a misura di famiglia. La convenzione con il Comune è in fase di perfezionamento, ma sono certo che grazie alla collaborazione con l’amministrazione cittadina, si riesca presto a superare tutti quelle situazioni critiche derivanti da anni di abbandono dello stadio. Nei nostri progetti per il ‘San Nicola’, oltre allo store ufficiale, anche un museo del Bari; vogliamo uno stadio che possa vivere anche durante la settimana".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Autovelox a Santa Caterina", la voce corre su social e smartphone. La Polstrada: "Nessuna comunicazione ricevuta"

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • A folle velocità sulla statale con il lampeggiante acceso sull'auto: 55enne barese fermato nel Brindisino

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Trema la terra in Albania: doppia scossa di terremoto avvertita anche a Bari

  • Week-end del 21 e 22 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

Torna su
BariToday è in caricamento