giovedì, 17 aprile 12℃

Bari, subito addio alla coppa Italia: a Perugia è 1-4

Un Bari bello a metà cade dopo i supplementari a Perugia abbandonando subito la coppa Italia. Dopo il vantaggio di Albadoro, i galletti si spengono e, complici anche le espulsioni di Ceppitelli e Caputo, cedono 4-1

Francesco Maisano12 agosto 2012

Un Bari dai due volti: è questa l'impressione suscitata dai galletti nella prima uscita ufficiale della nuova stagione calcistica. Nel secondo turno di qualificazione di coppa Italia, infatti, l'undici di Vincenzo Torrente cade 4-1 a Perugia nei tempi supplementari dopo un primo tempo dominato ma chiuso sull'1-1 per via delle reti di Albadoro e Clemente, abile a sfruttare l'unica occasione umbra dei primi quarantacinque minuti. Nella ripresa, invece, galletti più confusionari e ribaltone negli dieci minuti: Ceppitelli e Caputo vengono espulsi lasciando il Bari in nove con Clemente che grazia i pugliesi sbagliando un penalty all'80'. Nei due tempi supplementari, però, sono Ciofani e Ayres a siglare i tre gol che eliminano dalla competizione i galletti.

Nel primo tempo il Bari domina per praticamente tutti e quarantacinque i minuti rendendosi pericoloso con Rivaldo all'11'(tiro bloccato in due tempi da Koprivec) ma soprattutto con Galano, vera e propria spina nel fianco per la difesa perugina. Il piccolo esterno biancorosso alla mezz'ora impegna Koprivec dopo un dribbling di destro e una conclusione di sinistro e si ripete a ridosso del 40' chiamando ad un miracolo l'ex portiere barese che si rifugia in corner. Sul seguente angolo, però, il Bari sblocca il risultato con Albadoro, abile ad insaccare con una poderosa incornata. Il Perugia, pericoloso solo una volta su punizione con Clemente, un minuto dopo, però, trova un immeritato pareggio grazie proprio a Clemente che sfrutta al meglio una disattenzione della retroguardia dei galletti che lascia all'attaccante umbro un pallone sporco in area di rigore dopo un innocuo cross da destra.

Nella ripresa Torrente inserisce il neoacquisto Sciaudone al posto di Rivaldo ma la prima grossissima occasione è per il Perugia che al 51' sfiora il vantaggio con Tozzi Borsoi: l'attaccante del 'grifone', infatti, si trova a tu per tu con Pena, lo supera con una precisa conclusione ma sulla linea di porta trova il grande salvataggio di Claiton. Il Bari non riesce a premere come nel primo tempo e la prima occasione dei galletti della ripresa arriva solo al 69' quando un colpo di testa di Sciaudone su azione d'angolo termina di poco alto. Il centrocampista tarantino ci riprova, sempre di testa, due minuti dopo su un cross di Defendi ma la conclusione è centrale e Koprivec blocca. I galletti sono più confusionari e al 79' la partita ha un sussulto: Tozzi Borsoi va giu in area di rigore dopo un corpo a corpo con Ceppitelli e l'arbitro Giancola concede il penalty: il difensore barese viene ammonito per la seconda volta e il Bari resta in inferiorità numerica. Sul dischetto va il solito Clemente che, però, stampa la sua conclusione sul palo. Sulla ripartenza seguente Romizi dal limite colpisce una traversa a Koprivec battuto. Poco dopo, però, piove sul bagnato perchè Caputo viene espulso da Giancola per veementi proteste dopo il penalty concesso agli umbri. Al 90', comunque, è 1-1 e si va ai supplementari.

I supplementari cominciano con il Perugia arrembante alla ricerca del gol per evitare i penalty e il Bari, con la doppia inferiorità numerica, che prova a difendersi in modo strenuo. La resistenza dei galletti, però, cade al 97' quando il neoentrato Ciofani sfrutta al meglio una precisa assistenza di Clemente trafiggendo l'incolpevole Pena con un diagonale che vale il 2-1 umbro. Un minuto dopo altro episodio da moviola: Sabelli crossa da destra e un difensore perugino interviene con un braccio in area di rigore ma Giancola ritiene non da massima punzione l'intervento e il match continua. Gli umbri potrebbero dilagare al 102' sempre con Clemente, fermato da un miracolo di Pena che vola a disinnescare in corner la conclusione del bomber perugino. Al 105' il Bari potrebbe incredibilmente pareggiare con Sabelli, sempre su corner, ma Koprivec è ancora superbo rispondendo d'istinto alla conclusione ravvicinata del difensore di scuola Roma. La pietra tombale sul match, però, la mette Ayres con una doppietta al 109' e al 113': prima con un tap-in vincente su cross di Politano e poi con una travolgente azione personale che suggella l'eliminazione dei galletti.

TABELLINO PERUGIA-BARI

PERUGIA(4-3-3): Koprivec; Anania(91'Ciofani), Jefferson(46'Russo), Esposito, Cacioli; Lebran, Politano, Cenciarelli; Tozzi Borsoi, Clemente, Rantier(59'Ayres). A disposizione: Giordano, Moscato, Benedetti, Carloto. Allenatore: Battistini.

BARI(3-4-3): Pena; Ceppitelli, Claiton, Borghese; Defendi, Rivaldo(46'Sciaudone), Romizi, Sabelli; Galano(64'Iunco), Caputo, Albadoro(83'Ristovski). A disposizione: Pentimone, Grandolfo, Fedato, Altobello. Allenatore: Torrente.

RETI: 41'Albadoro(B), 42'Clemente(P), 97'Ciofani(P), 109' e 113'Ayres(P)

ESPULSI: 79'Ceppitelli(B) per doppia ammonizione, 81'Caputo(B), per proteste

Annuncio promozionale

AMMONITI: Rantier(P), Sabelli(B), Politano(P), Ceppitelli(B), Cacioli(P)

Diego Albadoro

Commenti