Costa si presenta ai tifosi: "Bari la scelta migliore. Ho trovato un gruppo splendido"

L'ex SPAL è intervenuto in conferenza stampa: "Cornacchini mi chiede di spingere molto. Essere tra i favoriti non conta, ogni domenica sarà una battaglia"

A pochi giorni dal debutto ufficiale contro la Paganese, Filippo Costa, uno dei tanti volti nuovi del Bari ha incontrato la stampa raccontando qualcosa in più sul suo conto e sulle prime impressioni della sua avventura in biancorosso. "E’ la prima volta che gioco in una piazza del sud e non poteva esserci scelta migliore che Bari. Non ci è voluto molto a decidere: è una bella sfida, il ‘San Nicola’ poi è uno stadio da Serie A".

L'ex laterale della SPAL si è inserito con grande facilità nello spogliatoio biancorosso: "Ho trovato un gruppo splendido, mi sono subito sentito integrato; il gruppo deve essere la nostra forza. Anche il mister mi ha dimostrato grande fiducia sin dai primi giorni di ritiro e di questo non posso che ringraziarlo. In campo mi chiede di spingere molto, ma è nelle mie corde".

Sul ruolo del Bari, definita da tutti la squadra favorita per la vittoria del campionato, Costa predica calma: "Essere tra i favoriti non conta nulla. Non ci nascondiamo, sappiamo di essere una squadra forte, ma ogni domenica sarà una battaglia. I nostri avversari faranno la partita della vita, in casa come in trasferta. Gli episodi saranno spesso decisivi e dovremo esser bravi noi a sfruttarli a nostro favore. Sarà una stagione dura, difficile, ne siamo consapevoli. Dovremo essere bravi a rimanere compatti, i momenti difficili fanno parte del gioco e solo stando uniti, diventando una cosa unica, noi, i tifosi, tutto l’ambiente, potremo superare questi momenti".

Costa, come Antenucci, proviene dalla SPAL ed è ben lieto di poter proseguire il suo percorso in compagnia dell'attaccante: "Con Mirco c'è un legame che va al di là dell'amicizia. Mi protegge in tutto, ma se c’è da bastonarmi lo fa, per il mio bene". Infine un aneddoto curioso sull‘origine del suo soprannome Pippo Gufetto: "È nato ai tempi della Primavera a Verona quando i miei compagni di stanza dicevano che le mie gufate ci prendevano sempre"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

  • Furto notturno nella stazione di servizio: ladri in fuga dalla polizia si schiantano contro recinzione

Torna su
BariToday è in caricamento