Scandalo calcioscommesse: nelle intercettazioni spunta Milan-Bari

Altro presunto tentativo di combine finito male come per Inter-Lecce. La gara, finita 1-1, viene menzionata da Bellavista in una conversazione telefonica

La settimana scorsa era venuto fuori il nome del Bari, oggi si conosce la partita: continua ad ingrossarsi lo scandalo calcioscommesse che da un paio di settimane tiene banco dappertutto. La novità è che da oggi la partita Milan-Bari del 13 marzo è sotto osservazione per una citazione dell'ex giocatore biancorosso Bellavista.

ALTRA COMBINE ANDATA MALE - Precisiamo subito: Milan-Bari del 13 marzo, come riferiscono fonti dell'inchiesta, non è compresa tra le partite indagate e non compare in nessun ordinanza. Questa, però, pare essere una magra consolazione visto che la gara viene citata esplicitamente in un'intercettazione telefonica attribuita all'ex capitano barese Antonio Bellavista. La partita finì sorprendentemente con il risultato di 1-1 e fu una delle gare migliori giocate in stagione dalla compagine biancorossa. Era già finita sotto i riflettori per via dell'atteggiamento di Antonio Cassano, autore della rete del pareggio, forse stizzito per l'improvviso e inaspettato furore agonistico mostrato in campo dal Bari. Ora un altro campanello d'allarme inizia a suonare: Bellavista, come si apprende dalle trascrizioni della telefonata, si giustificherebbe con alcuni scommettitori sul motivo per cui il match tra i pugliesi e i rossoneri non sarebbe finito con un “over”. I giocatori del Bari avrebbero infatti “avuto paura di essere scoperti dalla società” e si sarebbero quindi tirati indietro dalla combine. Insomma, si tratterebbe di un'altra combine malriuscita così come accaduto con Inter-Lecce, terminata 1-0 e indicata anch'essa come una gara da tre o più gol durante le telefonate incriminate. Attualmente, gli investigatori restano cauti e ritengono queste dichiarazioni delle millanterie su un credito in realtà non posseduto nei confronti di alcuni giocatori ma durante le interrogazioni chiederanno merito di queste parole a Bellavista. Inoltre, si sta indagando per cercare di capire se lo stesso Bellavista possa aver avuto dei legami con il clan criminale dei Parisi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

Torna su
BariToday è in caricamento