Bari, Vivarini: "Contro il Potenza mi aspetto una bella partita con tanti spunti tattici"

Il tecnico dei biancorossi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara casalinga contro i lucani che precedono i galletti di tre punti in classifica

Vincenzo Vivarini

Archiviato il successo ottenuto senza troppi affanni sul campo del Rende, il Bari si prepara a ben altro tipo di sfida in casa contro il Potenza. I lucani sono al secondo posto alle spalle della Reggina e precedono di tre punti i galletti nella classifica del Girone C di Serie C.

Ottenere una vittoria è fondamentale per continuare a inseguire la vetta e scalare posizioni. La rincorsa alla Reggina, avanti di 10 punti si preannuncia durissia e il San Nicola, dove i galletti hanno vinto soltanto 3 volte su 8 partite giocate in stagione, deve tornare ad essere un valore aggiunto.

L'auspicio di Vincenzo Vivarini è che ciò avvenga già da domani, come ha dichiarato nella conferenza stampa della vigilia: "Sarà una bella partita - afferma il tecnico -, una di quelle dove si alza la tensione. Si ha voglia di giocarle, il calcio è questo, devi affrontare i migliori. Si gioca con una squadra organizzata, è stimolante affrontarli. Ci siamo preparati sotto questi aspetti. Si affronta con grande umiltà, siamo il Bari dobbiamo farci valere".

Contro l'organizzazione e la tenacia dei lucani sarà fondamentale tenere alta la concentrazione: "Potenza fortunato? La fortuna va cercata. Li ho studiati molto: sono una squadra definita, delineata, curano bene tutte le fasi di gioco. Si chiudono bene e sono una delle migliori difese del campionato. Sanno ripartire con velocità e ordine. Diciamo che ci sono bei temi su cui abbiamo lavorato e abbiamo individuato dove gli si può far male. Ripetono molto le situazioni, sappiamo bene a cosa andiamo incontro. Ci aspettiamo una grande partita da parte del Bari, anche loro si devono preoccupare". Oltre la Reggina, che sta facendo un campionato a parte, si affrontano le due difese più forti del Girone C: "Non credo ad una partita sparagnina, né da parte loro, né da parte nostra. Sarà una partita con diversi spunti tattici, bella da giocare, aperta a tutti i discorsi. Arriviamo bene senza nessun problema fisico, abbiamo recuperato D'Ursi, Costa, abbiamo la rosa al completo per cui abbiamo lavorato solo sulla partita".

Per la partita di domani il Bari si presenta senza alcun infortunato: "Abbiamo ragionato su tanti aspetti, per me sono partite belle da giocare. Anche sotto l'aspetto della formazione abbiamo tutti a disposizione, abbiamo valutato soluzione e possibilità a gara in corso. Va studiato tutto, specie le cose su cui siamo venuti meno in passato. Da quando ci sono io mi manca qualche vittoria ma per me è sempre stato importante affinare la squadra in tutte le situazioni della partita. Provare a ottimizzare al massimo le possibilità di questa squadra. Nel momento in cui riusciamo ad avere una mentalità più giusta, più cinica, in casa non perdi più punti. L'obiettivo è continuare a lavorare, far credere alle potenzialità che ha la squadra al di là di ciò che fanno gli altri"

Il tecnico in settimana è stato spesso a colloquio con Scavone ma anche con altri calciatori, lavorando anche sul piano mentale: "Ci siamo soffermati molto su un particolare. Con cinque sostituzioni a disposizione si gioca non in 11 ma in 16. Fondamentale è l'apporto di chi subentra. Con Teramo e Vibonese i cambi fatti dagli avversari sono stati decisivi è una qualità che dobbiamo riproporre anche noi. Si parla con i giocatori e si analizzano questi aspetti, tutti devono farsi trovare pronti. In questa settimana i ragazzi mi hanno dato risposte giuste, li ho visti allenarsi con un bel piglio, il presidente ci ha caricato".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Tenta di attraversare con le sbarre in chiusura, auto resta bloccata al passaggio a livello

Torna su
BariToday è in caricamento