Vivarini: "Con la Reggina partita di alto livello. A Bari l'unico obiettivo è vincere"

Il tecnico dei biancorossi a parlato in conferenza stampa in vista della sfida di cartello della 23ª giornata: in caso di vittoria i galletti possono portarsi a -3 dalla capolista

Con la vittoria ottenuta battendo la Sicula Leonzio nel recupero della 20ª giornata di Serie C, il Bari ha allungato a 17 la sua striscia di risultati utili. Il club biancorosso negli ultimi due turni è riuscito a recuperare 4 punti alla capolista Reggina e domenica si presenterà al Granillo per un big match che, in caso di successo, vedrebbe i galletti portarsi fino a -3 dai calabresi.

A due giorni di distanza dal fischio d'inizio, la partita di cartello del 23° turno è stata presentata in conferenza stampa da Vincenzo Vivarini, tra i principali artefici della lunga serie utile del Bari: "La sfida di domenica vale tanto, ma non sarà decisiva, in un senso o nell’altro. A livello personale queste sono le partite che mi piacciono tanto: si preparano da sole, soprattutto sotto l’aspetto mentale. C'è poco da dire, poco da fare, ho riscontrato grande attenzione in allenamento".

Vivarini è passato poi all'analisi dell'avversario: " La Reggina è una squadra forte, tatticamente e fisicamente. Hanno un’identità precisa, un po’ come la abbiamo anche noi. Loro in difficoltà? Ad ogni squadra capita di attraversare momenti meno brillanti, è capitato anche a noi. Sicuramente andremo a Reggio Calabria per fare la nostra partita cercando di mettere in campo le nostre caratteristiche come forza e qualità. Sono certo che sarà una bella partita, di livello alto, non da Lega Pro, con una bella cornice di pubblico anche sugli spalti. Noi avremo sicuramente tanti tifosi al nostro seguito".

A proposito di quale sarà lo spirito con cui la squadra affronterà il match, il mister ha aggiunto: "Noi abbiamo intrapreso un percorso: attrezzare la squadra al meglio e giocare al meglio, cercando sempre il miglioramento. A Bari c’è un solo obiettivo, vincere, sempre, indipendentemente dalla categoria. Sono curioso di vedere la maturazione della squadra in un match di alta classifica. È importante vedere se riusciremo a fare il nostro gioco e incanalare nel giusto modo la gara. Mi sarebbe piaciuto giocarla alla fine del girone d'andata, quando eravamo ancofra più in palla, ora ci stiamo piano ritrovando".

Nessuna indicazione che possa favorire l'avversario per quanto riguarda le scelte: "Il Bari, per essere all’altezza del suo campionato, ha bisogno di giocatori importanti e in questo gruppo sono tutti importanti, non solo i titolari. Abbiamo diversi giocatori duttili, specie a centrocampo, sta a me fare le scelte migliori". Chi di sicuro ci sarà al Granillo sono i 'gemelli del goal' Simeri-Antenucci: "Sono orgoglioso di questa coppia d’attacco, ci lavoriamo tanto, e sono migliorati tanto nella sincronia. Non dimentichiamoci poi di D’Ursi, che ci darà una grande mano". Infine anche spazio a una battuta sul recupero di Di Cesare: "Siamo ottimisti per domenica, oggi si è allenato, spero di averlo a disposizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

Torna su
BariToday è in caricamento