4 novembre con le caserme aperte

La Brigata “Pinerolo” parteciperà all’iniziativa Nazionale “Caserme Aperte” consentendo a tutti i pugliesi di poter assistere a mostre statiche dei principali mezzi e materiali in dotazione alla prima ed unica Brigata Digitalizzata del nostro Paese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il 4 Novembre si celebra il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate. Tante le iniziative organizzate dal Ministero della Difesa su tutto il territorio nazionale, che culmineranno a Napoli sul Lungomare Caracciolo. Saranno 35 le città italiane coinvolte nelle manifestazioni dedicate ad una ricorrenza particolarmente significativa per il nostro Paese. Il 4 novembre, infatti, l’Italia ricorda l’Armistizio di Villa Giusti – entrato in vigore il 4 novembre 1918 – che consentì agli italiani di rientrare nei territori di Trento e Trieste, e portare a compimento il processo di unificazione nazionale iniziato in epoca risorgimentale. Il 4 novembre terminava la Prima Guerra Mondiale. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del “Milite Ignoto”, nel Sacello dell’Altare della Patria a Roma. Con il Regio decreto n.1354 del 23 ottobre 1922, il 4 Novembre fu dichiarato Festa nazionale. In tale occasione la Brigata “Pinerolo” parteciperà all’iniziativa Nazionale “Caserme Aperte” consentendo a tutti i pugliesi di poter assistere a mostre statiche dei principali mezzi e materiali in dotazione alla prima ed unica Brigata Digitalizzata del nostro Paese nonché visitare le strutture delle caserme: “Sernia” di Foggia per il 21° Reggimento Artiglieria “Trieste” e 11° Reggimento Genio Guastatori; “Ruggiero Stella” di Barletta sede dell’ 82° Reggimento Fanteria “Torino”; “Lolli Ghetti” di Trani sede del 9° Reggimento Fanteria “Bari”; “Trizio F.” di Altamura sede del 7° Reggimento Bersaglieri; “Briscese” di Bari sede del Reggimento Logistico Pinerolo; “Vitrani” di Bari sede del Reparto Comando e Supporti Tattici Pinerolo; “Nacci” di Lecce sede del 31° Reggimento Carri. Inoltre la Banda della Pinerolo si esibirà in modo itinerante in Via Sparano a partire dalle ore 17.00. Anche quest’anno sarà riservata grande attenzione alle nuove generazioni con conferenze tenute da personale militare nelle scuole. Temi centrali, le circostanze storiche e le fasi salienti della Grande Guerra, ma anche le attuali missioni svolte dalle Forze Armate in patria e all’estero per far conoscere più da vicino ai giovani il mondo della Difesa.

Torna su
BariToday è in caricamento