Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A mare", un cortometraggio per dare voce a chi parte: il viaggio e la speranza visti con gli occhi dei bambini

Nel lavoro realizzato dai ragazzi dell'istituto comprensivo Zingarelli la riflessione sul tema del viaggio, sui sogni e i timori di chi si prepara a partire lasciando tutto alle spalle con la speranza di un futuro luminoso

 

Prepararsi a partire, ad affrontare quel mare che racchiude promesse di felicità ma anche insidie da superare. La riflessione sul tema del "viaggio", quello che l'umanità ha compiuto dalla notte dei tempi e che continua a compiere, della "partenza" alla ricerca del proprio posto nel mondo, è al centro del cortometraggio "A mare", realizzato dai ragazzi dell'istituto comprensivo 'Zingarelli' di Bari.

Un lavoro emozionante, che con delicatezza, attraverso le voci dei suoi piccoli protagonisti, invita alla riflessione su un tema quanto mai attuale in questo momento, come quello dei migranti, di chi è costretto o sceglie di partire con le sue paure e la speranza di trovare un posto che lo accolga.

"Continuate a conoscere, ci sono tanti pianeti oltre l'orizzonte di questo mare tra le terre. Ognuno con il proprio sole. Occorre solo riconoscerne il calore, il giallo che brucia l'oscurità": è la frase, l'invito pronunciato da una delle protagoniste del cortometraggio.

I testi originali sono dei giovani studenti nonché interpreti del corto Michele Facchi e Janette Longo, con la regia di Girolamo Macina. Il lavoro è stato prodotto dall'Istituto Comprensivo "Zingarelli' di Bari, con il coordinamento della docente Patrizia Sollecito.

Anche il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha elogiato il lavoro dei ragazzi: "Oggi l'ho visto e mi sono sentito orgoglioso di essere il sindaco della città dove vivono e vanno a scuola questi ragazzi - ha scritto Decaro condividendo il video sulla sua pagina Fb - Fermatevi, ascoltate le loro parole e pensate che anche noi forse stiamo per partire". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento