Da Putignano al Giappone, la storia di Vièn: Vincenzo Palazzo e i suoi abiti che hanno conquistato anche Lady Gaga

Il brand è nato poco più di un anno fa e in poco tempo è stato apprezzato anche al di fuori dei confini italiani. Eppure il creatore di Vièn fino a qualche anno fa si occupava di tutt'altro

Lo stilista Vincenzo Palazzo

Dalla provincia di Bari al Giappone, passando per grandi soddisfazioni professionali che hanno portato persino Lady Gaga a scegliere i suoi capi. La storia di Vincenzo Palazzo, 32enne di Putignano, e del suo marchio di moda ‘Vièn’ è una parabola perfetta di come il Made in Puglia riesce a conquistare tutti i mercati. Nonostante faccia la spola quasi quotidianamente tra la sua città natale e Milano, Palazzo ha scelto di lasciare tutta la produzione del suo brand in Puglia, mantenendo quell’anima nostrana che trasuda in ogni sua parola.

Come nasce questa passione per la moda?

Ce l’avevo sin da bambino, da quando guardavo mia nonna cucire. Lì ho sviluppato l’ossessione per gli abiti, che lo scorso anno è diventata un lavoro vero e proprio. Questo anche grazie all’incontro con Elena Nitti, che studiava Moda a Urbino. Ci siamo chiamati Vièn, riprendendo alcune lettere dei nostri nomi e cognomi.

Prima però facevi tutt’altro

Sì, organizzavo eventi per la rassegna musicale ‘Kode_1’ e gestivo un locale a Putignano, che poi è diventato l’atelier di Vièn, dove produciamo tutti i nostri capi.

Perché scegliere di produrre in Puglia se il mondo dell’alta moda è concentrato al Nord?

Sono sempre stato un grande fan della mia patria e quella di pugliese è una bandiera che sventolo sempre con orgoglio. Poi non bisogna dimenticare che negli anni ’50 Putignano era chiamata ‘La Milano del Sud’. Qui abbiamo una forte tradizione per gli abiti da sposa, senza dimenticare che poi grossi nomi dell’alta moda producono i loro capi in Puglia, ma non posso dirti quali (sorride, ndr).

Eppure il tuo stile non si lega agli abiti da sposa, ma guarda al passato

Esatto, ho sempre adorato gli abiti antichi, dal periodo Vittoriano fino agli anni ’50. E con Vièn mi sono divertito a mixare questi stili con la mia anima punk, rivoluzionaria. E comunque nella nostra prima sfilata ho presentato un modello in lana nera giapponese che si rifaceva a un abito da sposa. Sebbene siamo attivi da poco più di un anno veniamo apprezzati un po’ dovunque per questa nostro essere eclettici.

E infatti tra i tuoi clienti c’è persino Lady Gaga

Sì, il suo stylist ci chiese tre capi qualche mese fa. E non erano neanche i più punk della collezione! Ai musicisti i nostri abiti piacciono, li hanno indossati grandi nomi nazionali ed internazionali, come Levante ed Ebony Bones.

La musica rimane una passione anche ora che sei stilista

Certo. Infatti non ho neanche abbandonato completamente l’organizzazione di eventi musicali, curando anche un festival in Puglia. E non è detto che in futuro non torni a dedicarmi a questo. La musica è fondamentale durante le mie sfilate: una volta ho riprodotto alcuni brani che avevo fatto registrare da un ensemble di musicisti di Putignano e Bari che studiavano al Conservatorio. Quel soundtrack è stato poi distribuito in una serie di vinili.

Milano è per te una seconda casa. Vedi un grosso divario tra Nord e Sud nel mondo della moda?

Se parliamo di grandi brand al sud non ce ne sono molti, ma la produzione dell’abbigliamento è uno dei know-how che ci invidiano ovunque. Non per niente i miei abiti vengono venduti anche in Cina. E non credo che sia un caso che persino il presidente della Camera nazionale della Moda, Carlo Capasa, sia pugliese.

Potranno aumentare negli anni i grandi brand pugliesi?

Chi può dirlo? E' come nel calcio: di grandi talenti come Cassano ne nascono pochi e lo stesso accade nel mondo della moda. Non bisogna però dimenticare quante pugliesi talentuosi lavorano in questo settore sia qui che fuori dalla Puglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIEN_SS18_LookBook_015-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • I nomi del nuovo Consiglio regionale: la ripartizione dei seggi, ecco chi siederà in via Gentile

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Vento forte e temporali in arrivo nel Barese: scatta l'allerta meteo arancione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento