menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Collaborazione strategica tra Politecnico di Bari e Arpa Puglia: innovazione per l'ambiente, stage e progetti in comune

"Viviamo in un’epoca di grandi cambiamenti - ha affermato il rettore del Politecnico, Francesco Cupertino - in cui la tecnologia e l’innovazione avranno un ruolo sempre più determinante nella società"

Il Politecnico di Bari e l'Agenzia Regionale per Prevenzione e Protenzione della Ambiente Puglia (Arpa) hanno sottoscritto una collaborazione strategica per incrementare la ricerca e la prevenzione a tutela dell'ambiente attraverso lo sviluppo di soluzioni tecnologiche e applicabili agli insediamenti produttivi regionali.

L'obiettivo è quello di ridurre l'inquinamento. L'intesa, sottoscritta dal rettore del Politecnico, Francesco Cupertino, e dal direttore di Arpa Puglia, Vito Bruno, prevede anche borse di studio, didattica, formazione, stage e tirocini formativi.

"Viviamo in un’epoca di grandi cambiamenti - ha affermato il rettore del Politecnico, Francesco Cupertino - in cui la tecnologia e l’innovazione avranno un ruolo sempre più determinante nella società e la Puglia è una regione ricchissima di risorse, un laboratorio privilegiato per sperimentare modelli di sviluppo sostenibile. Il caso Taranto ha dimostrato drammaticamente come il precedente modello di sviluppo sia finito, ma allo stesso tempo rappresenta una grande opportunità per chi ha imparato la lezione e vuole cambiare passo. Per queste ragioni – conclude Cupertino – collaboriamo con Arpa Puglia, un punto di riferimento per la tutela dell’ambiente nel Territorio, intorno al quale potremo aggregare istituzioni, enti, imprese e associazioni che condividono gli stessi obiettivi e che hanno compreso il valore di un ecosistema fondato sull’innovazione".

“Questa iniziativa – ha dichiarato Vito Bruno, direttore generale di Arpa Puglia - rientra nell'ambito delle attività promosse dalla Direzione generale dell'Agenzia, per consolidare e rafforzare la capacità di fare sistema con soggetti pubblici della ricerca così da integrare la funzione tipica di controllo dell’Agenzia con l’attività di studio e ricerca orientate verso tecnologie innovative finalizzate al monitoraggio delle varie matrici ambientali. Un’Arpa rinnovata e proattiva nella transizione verso la sostenibilità, proiettata verso nuovi traguardi, in sinergia con il Politecnico di Bari”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento