Attualità

Caos al Policlinico, docenti, ricercatori e amministrativi dell'Università assembrati per il vaccino: arrivano i carabinieri

Nel pomeriggio di lunedì 24 maggio dipendenti dell'ateneo in coda per la somministrazione del siero antiCovid attendono tra urla e lamentele. Il Policlinico: "Nessun ritardo nostro, molti hanno anticipato l'orario di arrivo"

Urla. Proteste e assembramenti. È caos al Centro vaccinale del Policlinico di Bari dove un centinaio tra docenti, ricercatori e lavoratori dell’amministrazione dell’Università di Bari avevano appuntamento per la seconda dose del vaccino. Una calca fuori da ogni regola antiCovid che ha causato momenti di tensione il pomeriggio di lunedì 24 maggio e l’arrivo anche di una pattuglia dei carabinieri. I militari con l’ausilio delle guardie giurate della struttura sanitaria sono dovuti intervenire per far rispettare le distanze, utilizzando degli appositi segnaposto.

Gli appuntamenti erano scaglionati ma l’attesa per l’accesso agli ambulatori è durata ben oltre l’ora in assenza del personale. In tanti hanno lamentato la disorganizzazione per l’ingresso, altri il mancato rispetto, da parte degli stessi dipendenti dell’ateneo, delle distanze nel rispetto delle normative antiCovid. Molti avrebbero anticipato l'orario dell'appuntamento e questo avrebbe generato il caos. Dalla direzione del Policlinico, intanto, precisano che da parte della struttura sanitaria non ci sia stato nessun ritardo né nell’arrivo del personale né delle dosi: alle 17.10 come da programma sono finite le vaccinazioni con 460 somministrazioni in otto ambulatori. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos al Policlinico, docenti, ricercatori e amministrativi dell'Università assembrati per il vaccino: arrivano i carabinieri

BariToday è in caricamento