Attualità Stanic / Strada Vicinale Glomerelli

Montagne di rifiuti rimosse da via Glomerelli, l'appello di Amiu: "Basta con inciviltà e disprezzo delle regole"

La presidente Lomoro: "Abbandoni selvaggi, atti di puro vandalismo, inciviltà sono fenomeni che non ci devono essere perché si trasformano in carichi di lavoro straordinari che siamo costretti a sopportare, ma soprattutto si trasformano in danni alla Città e ai cittadini"

L'Amiu è intervenuta invia Glomerelli, nel quartiere Stanic di Bari (dove è attiva la raccolta differenziata porta a porta) per rimuovere montagne di rifiuti. Gli operatori si sono recati in zone dove ci sono alcuni carrellati condominiali accessibili a chiunque, perché si trovano su strada e non all’interno dei condomini dove, invece, dovrebbero essere sistemati. A riscontrare la situazione è stato il direttore generale dell'azienda, Antonello Antonicelli, che ha effettuato assieme a personale Amiu alcuni sopralluoghi per individuare comportamenti incivili.

Tra i rifiuti abbandonati in maniera abusiva anche frigoriferi, piastrelle e barattoli di vernice: "Un gravissimo sintomo di inciviltà e di disprezzo delle regole - ha spiegato la presidente di Amiu Puglia, Antonella Lomoro -. Esattamente come tutte le aziende che operano nel settore è piena volontà di Amiu Puglia continuare nel proprio impegno quotidiano per i servizi di igiene urbana delle città di Bari e di Foggia, grazie alla provvidenziale collaborazione dei cittadini”.
“Il nostro lavoro, come quello di ciascuno – aggiunge la presidente Lomoro - naturalmente è perfettibile ed è costantemente oggetto di studio, approfondimenti e migliorie, ma questo non legittima, in alcuna maniera, reiterati comportamenti incivili. Amiu Puglia è un’azienda totalmente concentrata sulla propria mission e compattamente convinta della necessità di controlli costanti. Infatti, come si può chiaramente vedere dalle immagini, girate dopo il nostro intervento, sono stati conferiti rifiuti in maniera totalmente indiscriminata, in spregio delle più elementari norme della separazione delle diverse frazioni, senza seguire i calendari settimanali di raccolta e mancando alle regole della buona convivenza civile".

Lomoro analizza anche la situazione della raccolta differenziata nelle varie aree della città dove è stata attivata: "Come detto, via Glomerelli è zona porta a porta e, in tutte queste di Bari vige un calendario settimanale di raccolta che prevede tre passaggi per l’organico e uno ciascuno per plastica, indifferenziato, vetro e carta e cartone. Dalle immagini emerge come non ci sia una sola frazione conferita correttamente, esattamente il contrario di come dovrebbe essere.
Non si tratta, naturalmente, di un fenomeno isolato. Nelle scorse settimane, Amiu Puglia ha condotto una attenta operazione di investigazione, insieme agli agenti di PL, in via Piré (San Paolo, zona servita dal porta a porta), che ha portato all’individuazione di soggetti che, abitualmente, conferivano illecitamente i propri rifiuti. E proprio ieri mattina, ancora insieme al nucleo della PL che fa capo a Michele Cassano, abbiamo fatto un nuovo intervento, a causa del ripetersi di situazioni di inciviltà, con il deposito incontrollato di rifiuti indifferenziati in concomitanza con il ritiro, senza differenziazione. Anche in questo caso, gli incivili sono stati multati. Peraltro va ricordato che quella zona è di diretta adiacenza al parco di Lama Balice, dove è diffusa la presenza dei cinghiali. Conferire in maniera illecita e indiscriminata rifiuti indifferenziati sul marciapiede afferente l’area del parco si trasforma in un irresistibile richiamo per i cinghiali stessi, che cercano cibo proprio tra i rifiuti indifferenziati. Ecco che, di conseguenza, conferire illecitamente non soltanto ha un impatto sul decoro urbano ma potrebbe far correre rischi altissimi alla popolazione proprio per la presenza dei cinghiali. I rifiuti vanno messi negli appositi contenitori, sia che si tratti di quelli del porta a porta sia che si tratti dei cassonetti della raccolta stradale, nel pieno rispetto delle diverse frazioni (organico, carta e cartone, vetro, plastica e indifferenziato)".

"Purtroppo, a causa dei suddetti comportamenti - rimarca Lomoro - le nostre operatrici e i nostri operatori sono spesso costretti a interventi che vanno oltre il semplice ritiro dai contenitori, ma prevedono ritiri per strada, nelle campagne, ovunque chi non rispetta le regole lasci i propri rifiuti. Una situazione non più tollerabile. Abbandoni selvaggi, atti di puro vandalismo, inciviltà sono fenomeni che non ci devono essere perché si trasformano in carichi di lavoro straordinari che siamo costretti a sopportare, ma soprattutto si trasformano in danni alla Città e ai cittadini. Nessuno è legittimato a buttare i rifiuti dove capita" ha concluso Lomoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagne di rifiuti rimosse da via Glomerelli, l'appello di Amiu: "Basta con inciviltà e disprezzo delle regole"
BariToday è in caricamento