rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Apulia Film Commission, dopo le dimissioni l'assemblea dei soci nomina i nuovi componenti del Cda

Nominati i nuovi membri del Consiglio di amministrazione. Ieri l'intervento del presidente della Regione Emiliano, dopo il venir meno di tre consiglieri. Sullo sfondo i contrasti tra presidente e direttore della Fondazione

Dopo la bufera dei giorni scorsi, con le dimissioni a sorpresa di tre consiglieri e la dura lettera di denuncia della presidente, Simonetta Dellomonaco, la Fondazione Apulia Film Commission ha un nuovo Consiglio di amministrazione.

Era stato ieri lo stesso presidente della Regione, Michele Emiliano, a intervenire, chiedendo la convocazione in tempi brevi dell'assemblea dei soci, per fare il punto della situazione. Ed è sempre la Regione, in una nota, ad annunciare oggi la nomina dei nuovi componenti del Cda: "Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano nell’apprendere che i Comuni soci della Apulia Film Commission, unitamente alla Regione stessa, hanno accolto l’invito a ricostituire immediatamente il cda nominando all’unanimità i nuovi membri del consiglio di amministrazione nelle persone di Carmelo Grassi, su indicazione della Regione Puglia, Marina Samarelli e Ettore Sbarra, su indicazione dei Comuni, augura ai nuovi componenti un proficuo lavoro".

Le dimissioni, nella serata di venerdì, di tre componenti del Cda, avevano riportato alla luce tensioni che da alcune settimane attraversano la Fondazione. Sullo sfondo, in particolare, i contrasti tra la presidente di Afc, Simonetta Dellomonaco, e il direttore generale Antonio Parente, e il procedimento disciplinare aperto a carico di quest'ultimo (su cui il vecchio Cda avrebbe dovuto decidere in questi giorni), in seguito a una presunta aggressione denunciata dalla stessa Dellomonaco (accuse sempre respinte dal direttore generale).
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apulia Film Commission, dopo le dimissioni l'assemblea dei soci nomina i nuovi componenti del Cda

BariToday è in caricamento