rotate-mobile
Attualità Libertà / Corso Italia

Non solo assistenza, Area 51 si rinnova con pizzeria e lavanderia self service: "Opportunità di lavoro per i senza tetto"

Il centro polifunzionale di corso Italia ha riqualificato gli spazi dedicati al supporto delle persone fragili, inaugurando anche due attività che saranno gestite assieme ai clochard

Non solo un ambiente rinnovato per attività e somministrazione pasti, ma anche una pizzeria e una lavanderia che saranno gestite anche assieme ai senza fissa dimora: l'Area 51, il Centro Polifunzionale per il contrasto alla povertà estrema con sede in corso Italia, nel quartiere Libertà di Bari, ha presentato le nuove iniziative rese possibili grazie a finanziamenti attraverso bandi pubblici.

"Dal '98 - dice Marcello Signorile, presidente della Cooperativa Caps che gestisce il centro - siamo presenti sul territorio. E' un osservatorio su tutto il tema della povertà estrema nel territorio cittadino. Abbiamo deciso di affiancare ad Area 51 due attività di inserimento lavorativo. Siamo riusciti a intercettare due finanziamenti della Regione (Puglia Sociale In) e del Comune (Un negozio non è solo un negozio) aprendo due attività di quartiere, ovvero una lavanderia self service e una pizzeria dove sul modello del centro di supporto 'Artemisia' attiveremo dei tirocini professionalizzanti in favore dei beneficiari di Area 51 dove le persone potranno imparare il mestiere di pizzaiolo, aiuto cuoco in cucina, o la gestione di una lavanderia self service come attività imprenditoriale". Un'opportunità per i senza tetto, ma anche per il rione Libertà, dove spesso la presenza dei clochard viene vista come un elemento negativo per sicurezza e vivibilità: " Area 51 - dice Signorile - è sempre stato un servizio che ha creato conflittualità nel quartiere, un motivo per cui il rione non fosse come altri. Noi, attraverso una riqualificazione del centro e un'attivazione di due attività commerciali stiamo cercando di dire al rione che non sono i senza dimora a generare una situazione di degrado. E' più il sistema culturale e cerchiamo di sconfiggerlo investendo in primis nelle due attività. Area 51 è un servizio che è un lavoro di rete anche con altre realtà del volontariato. Se fosse solo uno sportello isolato non funzionerebbe. Il senso è quello di fare rete con tutto il territorio. Noi usiamo come slogan 'Da soli non c'è storia'".

All'inaugurazione sono intervenute anche diverse autorità cittadine: "In questi anni, in questo luogo - ha detto il sindaco Antonio Decaro -, i senza fissa dimora, persone che venivano da più parti del mondo hanno trovato un rifugio e una casa, anche perchè quando fa caldo, fa freddo, la fragilità e la povertà non scompaiono. Abbiamo sempre dato assistenza a tutti e questo centro di accoglienza diventa anche di integrazione, un partenariato tra pubblico e sociale che ha permesso di aprire una lavanderia e una pizzeria di quartiere gestite da persone che utilizzano Area 51. Credo sia un esempio importante d'integrazione per una città sempre più accogliente".

"Oggi inauguriamo - ha spiegato l'assessora comunale al Welfare, Francesca Bottalico - , lavanderia, pizzeria e la nuova Area 51 che per noi da essere una semplice mensa è diventato un centro polifunzionale per combattere le povertà estreme. Plasticamente questo luogo non dà solo assistenza, ma come tutte le politiche che abbiamo fatto in questi 10 anni, abbiamo tentato di costruire degli strumenti affinchè persone senza fissa dimora e in povertà avessero l'opportunità di ricostruirsi una vita. L'idea è sempre quella di promuovere l'autonomia, l'autodeterminazione e superare l'assistenzialismo che non permette alle persone di essere libere.

"Sono riusciti  - dice l'assessora comunale al commercio e allo sviluppo economico, Carla Palone, riferendosi ad Area 51 - a inquadrare quello che l'amministrazione voleva fare, ovvero coniugare attività produttive e sociale. Sono particolarmente contenta perchè con la misura 'Un negozio non è solo un negozio' abbiamo finanziato tanti progetti legati proprio a sociale e commercio, nelle zone dove c'è una percezione d'insicurezza. La luce di un negozio in più rende un quartiere più bello".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non solo assistenza, Area 51 si rinnova con pizzeria e lavanderia self service: "Opportunità di lavoro per i senza tetto"

BariToday è in caricamento