rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità

Nell'area archeologica di San Pietro un'opera di arte contemporanea realizzata da Tresoldi: "Proporrà un nuovo racconto della città"

Prenderà forma nei prossimi due anni l'intervento dell'artista milanese che in Puglia ha già realizzato un'installazione a Siponto. Decaro: "Con questa opera unica nel suo genere Bari e la sua storia millenaria metteranno orgogliosamente un piede nel futuro"

Un'opera d'arte contemporanea nella parte più antica della città di Bari, un'installazione tra passato e futuro capace di dare "nuova vita" al sito archeologico di San Pietro, a Bari vecchia. 

A realizzare l'installazione sarà l'artista milanese Edoardo Tresoldi, che si è aggiudicato un bando promosso dal Segretariato regionale per la Puglia del Ministero della Cultura, con il sostegno dei fondi europei. L’opera di Bari sarà la seconda installazione di Tresoldi in Puglia dopo l'intervento autoriale nello scavo archeologico della Basilica paleocristiana di Siponto nel 2016, che è valso al MiC la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana – Premio Speciale alla Committenza.

"Sarà la più grande opera di arte contemporanea mai realizzata a Bari", scrive su Fb il sindaco Antonio Decaro, annunciando la presentazione del progetto (avvenuta questa mattina). "Qui dove sono custodite le nostre origini sorgerà un capolavoro di architettura e di arte che, attraversando la storia dei popoli che hanno vissuto Bari nel corso dei secoli, proporrà al mondo un nuovo racconto della nostra città". "Con questa opera unica nel suo genere - ha aggiunto il sindaco - Bari e la sua storia millenaria metteranno orgogliosamente un piede nel futuro".

Alla presentazione del progetto, ancora in fase embrionale, ha partecipato lo stesso Tresoldi, insieme a Decaro e all'architetto Maria Piccarreta, soprintendente ad interim.

"Volevamo un'opera d'arte che potesse dare una nuova vita a quell'area archeologica. Vogliamo regalare alla città, in un'area archeologica che ha subito tantissime trasformazioni nel tempo, un'opera che la faccia riscoprire, e vogliamo che in questo percorso la città partecipi alla costruzione e alla narrazione di quest'opera", ha spiegato Piccarreta.

"La storia di Bari torna protagonista in una vesta nuova, inedita grazie a Edoardo Tresoldi", ha commentato Decaro. "L'opera di Tresoldi proporrà sulla scena internazionale Bari con una storia nuova e diventerà uno degli elementi identitari della nostra città, caratterizzando con un nuovo skyline fatto di materie trasparenti, il promontorio più antico di Bari, visibile dal mare e dalla terraferma", ha detto ancora il primo cittadino.

"Siamo a Bari da un paio di mesi - ha spiegato Tresoldi - Con il mio staff abbiamo cominciato a capire quale è stata la stratificazione del posto, in particolare il periodo storico da cui stiamo partendo per sviluppare l'opera va dal 1000-1100 fino al Novecento". "Dopo questa prima parte abbiamo deciso di iniziare da un incontro come questo perché ci siamo resi conto che si tratta di un'area non completamente conosciuta dalla città, quindi abbiamo deciso di partire aprendo gli spazi dell'area archeologica alla città". L'incontro con la stampa, infatti, è stato seguito da una visita guidata aperta a tutti.

Quanto alla progettazione dell'opera, Tresoldi ha spiegato "è in una fase ancora molto aperta, di trasformazione". "L'installazione - ha detto ancora l'artista - andrà a riprendere le fisicità delle architetture che si sono susseguite in quell'area ma porrà al centro del racconto il significato e l'esperienza della stratificazione e della contaminazione". "L'opera non racconterà il passato, ma lo ascolterà creando una nuova stratificazione. Stiamo cioè immaginando un nuovo anello della storia di quel posto, che da 40 anni è un vuoto urbano, cercando di aprirlo nuovamente alla città e di costruire una dimensione di spazio pubblico che parta dallo storia e arrivi ad essere una piazza viva".

(Foto pagina Fb Edoardo Tresoldi - credit Ivan S.)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nell'area archeologica di San Pietro un'opera di arte contemporanea realizzata da Tresoldi: "Proporrà un nuovo racconto della città"

BariToday è in caricamento