rotate-mobile
Attualità

Il Comune punta sulle 'Arene culturali' per far ripartire gli spettacoli dal vivo: "In estate un calendario di appuntamenti gratuiti"

Il progetto, proposta dall'assessora alle Culture Ines Pierucci, è stato approvato dalla giunta comunale: a breve l'avviso rivolto agli operatori che potranno realizzare eventi negli spazi pubblici della città

E' stato approvato ieri dalla giunta comunale, su proposta dell’assessora alle Culture e al Turismo Ines Pierucci, il progetto delle “Arene Culturali”, l’iniziativa ideata con l’obiettivo di sostenere attività di animazione culturale negli spazi aperti della città e recuperare 'spazi di socialità' dopo l'isolamento imposto dall’emergenza sanitaria.

Allo stesso tempo, spiegano da Palazzo di Città, “Arene Culturali” intende offrire agli operatori della cultura e dello spettacolo dal vivo l’opportunità di realizzare eventi con il sostegno dell’amministrazione comunale, in modo tale da incoraggiare la ripresa delle loro attività, promuovendo il dialogo tra l’arte e lo spazio aperto come opportunità per ristabilire in sicurezza quel rapporto interrotto tra gli operatori culturali e il pubblico e tra la manifestazione artistica e la città, intesa nella sua forma fisica e sociale.

L’intervento, finanziato con 200mila euro di risorse rivenienti dall’ambito prioritario I del POC (obiettivo specifico I.3 “Interventi di rigenerazione delle aree urbane”), risulta perfettamente in linea con la programmazione del Consiglio dei Ministri e della Regione Puglia in materia di contrasto all’emergenza Covid-19, nonché con la strategia di azione locale dell’amministrazione comunale, da anni impegnata nella riqualificazione di una serie di spazi pubblici in tutti i quartieri della città per restituire alla comunità luoghi di aggregazione attrezzati che favoriscano la partecipazione alla vita cittadina e l’inclusione sociale.

“Le restrizioni imposte dall’emergenza Covid-19 e dalle prescrizioni individuate per la mitigazione del rischio da contagio, prima tra tutte il distanziamento sociale - commenta Ines Pierucci -, hanno determinato una crisi generalizzata del settore dello spettacolo dal vivo. Una crisi senza precedenti, che ha avuto impatti finanziari e occupazionali non solo diretti sugli operatori, ma anche indiretti sulle filiere dell’indotto e sulla vita culturale della città, fortemente colpita nell’offerta e nella capacità attrattiva anche in termini turistici. Per questo abbiamo deciso di predisporre un avviso pubblico rivolto agli operatori della cultura: per selezionare e sostenere economicamente la realizzazione di eventi, manifestazioni artistiche, performance e spettacoli nelle piazze, giardini, parchi e arene della città nei mesi estivi e fino al prossimo 30 settembre. Una commissione incaricata selezionerà gli eventi e le attività che saranno finanziate, fino a un massimo di ottomila euro, in base a criteri che tengano conto sia dell’esperienza del proponente, a garanzia della qualità delle proposte, sia dell’impatto sociale del progetto proposto. Con “Arene Culturali” non solo assicureremo un programma di eventi estivi gratuiti che animeranno i quartieri nei prossimi mesi in favore di chi resta in città ma soprattutto testimonieremo concretamente la vicinanza dell’amministrazione comunale a tutti i lavoratori dello spettacolo dal vivo, forse il settore maggiormente penalizzato dal lockdown”.

Tutti gli eventi e le attività ammessi a finanziamento dovranno essere realizzati nel rispetto delle misure vigenti per la prevenzione del contagio da COVID-19.

(foto di repertorio)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune punta sulle 'Arene culturali' per far ripartire gli spettacoli dal vivo: "In estate un calendario di appuntamenti gratuiti"

BariToday è in caricamento