rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Attualità

Bimbi al nido comunale di pomeriggio: ok al servizio per altre 110 famiglie in lista d'attesa

I posti in fascia pomeridiana lasciati liberi da coloro che usufruiscono del servizio solo di mattina saranno messi a disposizione dei minori che risultano in attesa nella graduatoria comunale

Sì all'ampliamento dei posti nei nidi comunali nella fascia pomeridiana per i minori inseriti nelle liste d'attesa. La giunta comunale, su proposte dell'assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano, ha approvato oggi l’utilizzo del Fondo di solidarietà comunale. In questo modo potranno usufruire del servizio altri 110 bambini, a fronte dei 520 in lista d’attesa, cui sarà data la possibilità di frequentare le strutture comunali dalle ore 14 alle 18, utilizzando quei posti lasciati 'scoperti' da coloro che non hanno optato per il servizio pomeridiano.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale -spiega Palazo di Città - è andare incontro alle richieste dei genitori che necessitano di un supporto utile a conciliare i tempi di vita-lavoro e, allo stesso tempo, rimodulare il servizio rendendolo sempre più flessibile tramite un uso più efficiente di spazi e risorse secondo i bisogni maggiormente espressi dalla cittadinanza.

“Dal 2014 tutti i nostri asili sono aperti sino alle 18 ma non tutti i genitori scelgono di lasciare i propri figli sino a quell’ora, potendo andare a prenderli alle 14 - commenta Paola Romano -. Così abbiamo pensato che fosse utile offrire ai cittadini quei posti liberi nella fascia pomeridiana, anche dopo aver valutato i risultati registrati da un nostro sondaggio da cui è chiaramente emersa questa necessità. Sono molti, infatti, i genitori che lavorano il pomeriggio e sono tante e diverse le esigenze delle coppie. In questa prima fase offriremo questa possibilità solo alle famiglie in lista d’attesa e, a seguito di questa sperimentazione, valuteremo meglio se aprire a tutti dando questa ulteriore possibilità. Sappiamo bene che il numero degli asili è inferiore alle esigenze reali della città e proprio per questo abbiamo candidato e ottenuto il finanziamento per la realizzazione di ben 10 nuovi asili. Nei prossimi mesi, nel frattempo, dialogheremo anche con gli asili privati, raggiungendo l’obiettivo di incrementare di 1.000 posti l’offerta dei nidi in città entro il 2026”.

Nei prossimi giorni gli uffici della ripartizione provvederanno a pubblicare la manifestazione di interesse per l’adesione al servizio rivolta a coloro che sono iscritti nelle liste d’attesa.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbi al nido comunale di pomeriggio: ok al servizio per altre 110 famiglie in lista d'attesa

BariToday è in caricamento