Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Fragili e anziani presi in carico dall'Asl Bari: procedure più snelle per 3400 persone

L'obiettivo è rendere omogenei i processi aziendali di accesso del paziente alle strutture residenziali e semi residenziali, facilitando la transizione del paziente in altre collocazioni assistenziali

Procedure omogenee e più snelle per la presa in carico di quasi 3.400 utenti fragili, in particolare anziani e disabili adulti e minori, inseriti in oltre 140 strutture: è il protocollo delle procedure amministrative per la presa in carico socio sanitaria dell'Asl Bari, i cui risultati sono stati presentati in un convegno a Lecce.

Nel 2019 è nata l’esigenza di avviare un percorso di definizione uniforme delle procedure amministrative per la presa in carico socio sanitaria, anche alla luce dei nuovi Regolamenti Regionali nn. 4 e 5 del 2019, con i quali la Regione Puglia ha avviato la riprogrammazione del settore socio sanitario, adeguando gli standard strutturali ed organizzativi delle Strutture socio sanitarie ai nuovi LEA sociosanitari nazionali del 2017. Il protocollo, revisionato annualmente, è principalmente uno strumento di lavoro che permette di definire, mettendoli in rete, attori e ruoli del percorso di presa in carico, di regolamentare le relazioni tra aree aziendali, strutture e servizi socio sanitari, di definire procedure e compiti, ma soprattutto di rendere omogenei i processi aziendali di accesso del paziente alle strutture residenziali e semi residenziali, facilitando la transizione del paziente in altre collocazioni assistenziali..

Sono 3.383 i posti accreditati (per altrettanti utenti) attualmente gestiti dall’Area Socio Sanitaria della ASL Bari, distribuiti tra 144 strutture dotate di autorizzazione al funzionamento (necessaria per attivare i servizi) e accreditamento (previsto per garantire qualità dell'assistenza e dei servizi): criteri imprescindibili senza i quali non è possibile, da parte della ASL, commissionare alle strutture l’erogazione delle prestazioni socio-sanitarie e, quindi, procedere alla contrattualizzazione dei posti accreditati. L’obiettivo di questo processo, ora reso più fluido, è garantire al cittadino un servizio in grado di soddisfare il suo bisogno di assistenza a tutto tondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fragili e anziani presi in carico dall'Asl Bari: procedure più snelle per 3400 persone
BariToday è in caricamento