rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Informazioni, certificati e aiuto per compilare moduli: arriva Eva, l'assistente virtuale del Comune di Bari

Il progetto riguarda un 'agente software' che simula, attraverso un’elaborazione automatica, le conversazioni umane e consente agli utenti di comunicare con un sistema digitale come se stessero parlando con un umano. L’elaborazione avviene attraverso tecniche di intelligenza artificiale.

Un assistente virtuale per ottenere informazioni riguardanti i servizi del Comune di Bari, ottenere un certificato o avere un aiuto nella compilazione di moduli: a Palazzo di Città sbarca Eva, acronimo per Egov Virtual Assistant, un agente software che simula, attraverso un’elaborazione automatica, le conversazioni umane e consente agli utenti di comunicare con un sistema digitale come se stessero parlando con un umano. L’elaborazione avviene attraverso tecniche di intelligenza artificiale.

Il servizio è stato presentato questa mattina in Comune. Eva è 'addestrato' per rispondere a domande su 26 tematiche differenti, per emettere direttamente un documento contestuale alla conversazione con il chatbot per gli utenti autenticati con Spid/Cie e consentirà anche di ricercare vari servizi riguardanti pagamenti e dichiarazioni già attivi sul portale egov.comune.bari.it 

“Con l’introduzione di questo agente automatico dotato di intelligenza artificiale - ha dichiarato il vicesindaco Eugenio Di Sciascio - intendiamo supportare e assistere l’utente interessato ad utilizzare i servizi digitali dell’amministrazione comunale, a partire da quelli presenti nell’ambito della piattaforma EGOV2. Da oggi la amministrazione  si dota così di un’assistente virtuale capace di interagire con i cittadini in una serie di attività che riguardano ad esempio la richiesta di informazioni o il  supporto alla compilazione di certificati, alcuni dei quali già oggi vengono prodotti con il supporto di EVA senza necessità di compilare alcunché .

“Dietro questo nuovo assistente virtuale c’è dialogflow,  di google - ha spiegato l'ingegner Valerio Summo, funzionario Ripartizion It del Comune di Bari - in grado di interpretare il linguaggio naturale delle persone che potranno interrogare EVA per ricevere informazioni sui servizi online o ottenere alcuni certificati nel corso dell’interazione con questo chatbot. Attraverso la comprensione del linguaggio naturale, EVA supporterà i cittadini nell’individuazione del servizio di egovernment prescelto e nel relativo utilizzo. Allo stato i temi già implementati nel servizi riguardano informazioni generiche su organizzazione degli uffici, contatti e recapiti oltre che istruzioni puntuali per l’utilizzo dei servizi scolastici e per la richiesta di dichiarazioni e certificati anagrafici, ma a breve se ne aggiungeranno altri”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Informazioni, certificati e aiuto per compilare moduli: arriva Eva, l'assistente virtuale del Comune di Bari

BariToday è in caricamento