Psicologi ed esperti per insegnare a combattere l'ansia: al via lo sportello nel centro per famiglie San Nicola - Murat

L'iniziativa è stata presentata dall'assessore Bottalico. I prossimi incontri sono in programma l'11 e il 25 giugno e il 9 luglio nella struttura in strada del Carmine

Il centro in strada del Carmine (Foto Google maps)

Un gruppo di sostegno per disturbi di ansia e attacchi di panico a disposizione degli utenti del Centro servizi per le Famiglie di San Nicola - Murat, con l'assistenza di psicologi esperti in materia. E' l'ultima iniziativa del progetto di potenziamento degli sportelli di consulenza psicologica ed educativa rivolti ad adolescenti e famiglie nei presidi cittadini del Welfare, che vede protagonista la struttura gestita dalla cooperativa sociale Progetto Città.

Un'iniziativa nata con l'obiettivo di mettere in contatto persone che condividono gli stessi problemi "per fornire loro gli strumenti adeguati - spiegano da Palazzo di città - a rompere l’isolamento e a facilitare lo scambio reciproco di vissuti ed esperienze, il confronto e il dialogo". Un nuovo servizio che si aggiunge a quelli organizzati nella struttura, finalizzati al raggiungimento del benessere di adulti, coppie, famiglie, cittadini italiani e stranieri, minori e adolescenti. I prossimi incontri sono in programma l'11 e il 25 giugno e il 9 luglio, dalle 16 alle 19, nella struttura in strada del Carmine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Proprio per prevenire situazioni patologiche - spiega l'assessore al Welfare, Francesca Bottalico - che rischiano di indurre stati depressivi tanto gravi da spingere all’uso e abuso di sostanze o all’adozione di comportamenti autolesionisti e violenti, abbiamo pensato di attivare un percorso dedicato a questo genere di malessere, sulla scia di esperienze analoghe sperimentate in altri centri e ormai consolidate". Tra queste c'è il gruppo di parola che si rivolge ai minori che hanno vissuto un lutto nel Centro servizi per la famiglie di San Girolamo, i gruppi di ascolto per donne e di sostegno alla genitorialità nel centro di Japigia e i gruppi per famiglie e parenti di anziani colpiti dal morbo di Alzheimer nel centro anziani del quartiere Libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento