'Lasciateci le ali': a Bari un'associazione in onore di Dario Favia, il 18enne che si tolse la vita per una depressione

Attivato anche un conto su cui raccogliere fondi che andranno a finanziare progetti per la prevenzione di disagi psicologici giovanili

"Lasciateci le Ali": è il nome che si è data l'associazione dedicata a Dario Favia, il 18enne che ad agosto si è tolto la vita a causa di una grave forma di depressione. Da qui l'idea di fondare uno spazio per finanziare iniziative per la prevenzione di disagi psicologici giovanili, così cercare di prevenire situazioni come quelle di Dario, che prima del terribile gesto si era diplomato al liceo classico Flacco con il massimo dei voti e sognava un futuro da manager o imprenditore.

La presentazione ufficiale si è tenuta il 5 dicembre scorso. L'associazione ha anche attivato un Iban (IT 11O0 3111 0400 1000 0000 04912) a cui è possibile donare fondi che andranno a finanziare le iniziative e i progetti da supportare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

Torna su
BariToday è in caricamento