menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La dottoressa Lilly Saponaro con l'avvocato Antonio Lascala durante il primo convegno promosso da Sumus

La dottoressa Lilly Saponaro con l'avvocato Antonio Lascala durante il primo convegno promosso da Sumus

Diritti e tutela dei più deboli, cultura della legalità e formazione: a Bari nasce l'associazione 'Sumus'

Nata dall'iniziativa di un gruppo di giovani professionisti baresi, l'associazione mira a perseguire "finalità di promozione e coordinamento di attività culturali, politiche e sociali", attraverso incontri, convegni e attività formative

Dalla tutela delle fasce più deboli alla cutlura della legalità, dalla promozione del volontariato sociale alla formazione, con l'obiettivo di "discutere, parlare e recuperare quei valori che la politica ormai ha perso, ossia il dialogo, il confronto, la critica costruttiva e la proposizione di nuove idee". Nasce con questo intento a Bari l'associazione 'Sumus', frutto di un’idea di giovani professionisti e non della città di Bari.

A dare vita all'associazione Lilly Saponaro, psicologa e psicoterapeuta, Sabrina Scura, insegnante di linguaggio audiovisivo e tecnica della comunicazione cinetelevisiva presso l’I.P.S.I.A. Santarella – De Lilla di Bari, nonché conduttrice di un programma radiofonico su Canale100, Anna De Tommaso, praticante presso uno studio legale di Bari, Piero Mazzei, giovane avvocato barese e Rebecca Nastro, neo diplomata in ragioneria con il massimo dei voti.

Sumus, spiegano i suoi fondatori, "si prefigge come scopo quello di perseguire finalità di promozione e coordinamento di attività culturali, politiche e sociali mediante:  l’organizzazione, la promozione e lo sviluppo di convegni, incontri e dibattiti; la formazione universitaria e post-universitaria, con l’utilizzo di figure professionali da utilizzare nei vari campi specifici di formazione; la ricerca scientifica di particolare interesse sociale, mediante approfondimenti scientifici svolti da figure competenti, atte a rilevare fenomeni di utilità sociale, anche in campo socio – culturale; l'organizzazione e la gestione di attività culturali, audiovisive, artistiche o ricreative di interesse sociale e ambientale, incluse attività in campo locale, nazionale, ed europeo, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato sociale e di tutela delle fasce deboli, ivi compresa la realizzazione di opere editoriali e/o raccolte atte alla conoscenza di strumenti normativi nel campo tecnico – giuridico, utili alle varie compagini professionali operanti nel campo pubblico e privato, nonché al cittadino; la promozione della cultura della legalità, della pace tra i popoli e della non violenza; la promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici, mediante attività di promozione e coordinamento di incontri, dibattiti, e convegni utili ad una migliore conoscenza ed una attenta disamina dei diritti e dei doveri in capo al cittadino, oltre a favorire l’ascolto dell’utente/cittadino bisognoso di tutela".

L'associazione è già scesa in campo con importante convegno svoltosi sabato 12 Dicembre in diretta Facebook che ha visto proprio i membri del direttivo, unitamente ad alcuni soci, affrontare tematiche relative all’emergenza Covid- 19. L’incontro, dal titolo “Covid-19: Doveri … ma anche diritti!”, ha visto come moderatore l'avvocato Antonio La Scala, Presidente Nazionale dell’associazione Gens Nova, che con la sua presenza ha voluto manifestare la propria stima ed il proprio plauso all’iniziativa. L’associazione nel corso dell'incontro si è impegnata ad affrontare le tematiche più importanti del Paese, con incontri mensili durante i quali si forniranno di volta in volta anche proposte concrete alle Istituzioni competenti e preposte alla risoluzione dei problemi stessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento