rotate-mobile
Attualità

Crescono le quote rosa nell'Asl Bari: in aumento il personale femminile e le donne dirigenti

I dati dell'ultimo 'Bilancio di Genere', riferito al 2021, segnalano un incremento anche della presenza femminile nelle commissioni di concorso. La presenza di donne dipendenti nell'azienda sanitaria locale raggiunge il 63%, più della metà ha incarichi dirigenziali

Aumenta il personale dipendente al femminile, crescono le quote rosa negli incarichi dirigenziali e risulta raddoppiata la presenza di donne nelle commissioni di concorso. Sono i risultati più significativi emersi dal Bilancio di genere 2021 adottato per il secondo anno consecutivo dalla Asl di Bari.

Secondo i dati del report, la percentuale di dipendenti di sesso femminile con incarichi dirigenziali è passato dal 52% del 2020 al 55% del 2021 così come sono cresciute, anzi più che raddoppiate, le presenze femminili nelle commissioni di concorso, dal 15 al 42%. In generale è aumentato anche il numero delle donne dipendenti, passate dal 61% del 2020 al 63% del 2021.

A realizzare il Bilancio, attraverso raccolta analisi e elaborazione dei dati, un gruppo di lavoro composto da Area gestione risorse finanziarie, Cug (Comitato Unico di Garanzia), Controllo di gestione, Responsabile per la Prevenzione e Corruzione e Trasparenza, Ufficio stampa, Distretti socio sanitari di Bari e Bitonto. 

"La seconda edizione del Bilancio di genere - spiega il direttore generale della Asl, Antonio Sanguedolce - dimostra uno sviluppo significativo della azienda nella tutela delle pari opportunità. La volontà aziendale è quella di contribuire a ridurre le diseguaglianze di genere attraverso una distribuzione più equa delle risorse e raggiungere obiettivi di parità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crescono le quote rosa nell'Asl Bari: in aumento il personale femminile e le donne dirigenti

BariToday è in caricamento